Loano, in 280 si sono contesi il secondo Memorial Lucio Burastero

Loano. Secondo Memorial Lucio Burastero: quest’anno sono stati 280 a sfidarsi nelle due distanze, 13 e 20km che si snodano sui sentieri dell’entroterra loanese. Soltanto uno però è riuscito a conquistare l’ambito trofeo de “La Caviglia di Acciao”, premio in palio per il primo assoluto della gara regina.

“La grande partecipazione di atleti in arrivo da tutto il nord-italia e dall’estero conferma la bontà di quanto fatto dall’organizzazione nell’edizione 1, la giornata tersa anche se fredda è ventosa ha permesso a tutti di godersi a pieno e senza incidenti tutta la bellezza del percorso. E dire che le cose non erano iniziate nel migliore dei modi per l’organizzazione che ha dovuto fare i conti con il forte vento che durante la notte ha divelto le docce e distrutto gli spogliatoi che erano stati approntati per gli atleti, oltre che abbattere 3 alberi che sono stati subito rimossi dal tracciato”.

“Nonostante gli incidenti della notte i ragazzi sono stati bravissimi a sistemare il percorso e riprendere in mano una situazione che sembrava critica, purtroppo per le docce e gli spogliatoi non c’è stato nulla da fare in quanto il vento li ha danneggiati irrimediabilmente – spiega il presidente dell’ASD Kram Maga Parabellum Davide Carosa – ciò nonostante la gara è stata una grande successo, vedere la gente arrivare al traguardo sorridente e soddisfatta è stato per me una grande emozione”.

Per quanto riguarda la classifica hanno trionfato nella gara corta Oscar Rebora, primo in 1:28:14, seguito da Suro Vincenzo e Bianco Andrea – mentre per il podio femminile ha trionfato Mattone Giuseppina in 1:42:41, seguita da Santa Maria Daba e Annovazzi Francesca. Nella gara “Regina” – da 20km e ben 1450 metri di dislivello positivo ha prevalso Lantermino Danilo, dominatore indiscusso della gara che con il tempo di 2 ore e 5 minuti ha conquistato la “Caviglia d’Acciao” – a seguire Ghisellini Alberto e Barnes Pablo hanno completato il podio maschile, mentre fra le donne si è imposta Virginia Olivieri che ha chiuso in 2:35 (11esima assoluta) seguita da De Stefano Samantha e Mazzarello Vera.

Acquista il biglietto

Sabato 14 dicembre al Teatro Chiabrera di SAVONA "Lo Schiaccianoci” di Čajkovskij con il Balletto di Milano diretto da Carlo Pesta.

Ultima revisione articolo: