Ciclismo, Italia prima nella classifica stagionale dei successi su strada

di Claudio AlmanziLaigueglia / Savona. Sta per concludersi la stagione ciclistica 2018 e l’Italia, comunque vadano le ultime corse ancora in programma, è nettamente prima nella classifica stagionale dei successi, che per ora sono stati ben 154. La vittoria di Moreno Moser a Laigueglia, ad apertura di stagione, è stata davvero beneaugurate.

promozione tennis sport
Clicca l'offerta

Promozione. 20% di sconto sui prodotti Asics. Valido solo per gli aritcoli inclusi nella categoria speciale. Non cumulabile con altri sconti. Utilizza online questo codice sconto: 20ASICS

Nel 2018 l’ Italia precede la Francia che ha ottenuto 124 vittorie, seguono, molto più staccate, Olanda (86), Belgio (75), Spagna (71), Colombia (68), Australia (58), Gran Bretagna (55) e Germania (53), mentre le altre cento nazioni seguono a grande distanza. Anche nella classifica dei plurivittoriosi guida un azzurro: si tratta di Elia Viviani, che ha vinto quest’anno ben 18 corse ed è seguito a 14 successi da Valverde e Groenenwegwn, mentre un altro italiano è arrivato a 12 vittorie. Si tratta di Jakub Mareczko che correrà ancora in Cina (e potrebbe dunque migliorare ancora il suo score) e che è appaiato a Julian Alaphilippe. Seguono Reguigui (11 successi), Sosa (10), mentre a 9 vittorie ci sono un altro italiano Matteo Moschetti, insieme ad Ackermann, Kwiatowsky, Demare, Gaviria e Balkan.

Acquista il biglietto

Sabato 14 dicembre al Teatro Chiabrera di SAVONA "Lo Schiaccianoci” di Čajkovskij con il Balletto di Milano diretto da Carlo Pesta.

L’Italia è prima anche per numero di tappe vinte nelle corse che hanno fatto la storia del ciclismo: Giro,Tour, Vuelta e Giro della Svizzera. I ciclisti italiani si sono imposti in ben undici tappe: 5 al Giro, 2 in Svizzera e 4 alla Vuelta. Solo al Tour nessun sigilli per i nostri corridori, ma abbiamo la consolazione che nessuna nazione è comunque riuscita a vince tappe in tutte e quattro le competizioni.

Dietro di noi la Francia con 9 successi (a secco al Giro, poi 3 tappe al Tour, 1 in Svizzera e 5 alla Vuelta) e la Gran Bretagna che ne ha ottenuti 8 ( 5 al Giro, 2 al Tour ed 1 alla Vuelta). A seguire Spagna (ferma a 6), Colombia (5), Irlanda, Stati Uniti, Australia, Olanda e Slovacchia, tutte con 4 vittorie di tappa. Seguono Danimarca (3), Slovenia, Germania e Belgio, con due e con un solo successo Svizzera, Canada, Norvegia ed Ecuador.

Certo se si guardano invece le classiche in linea monumento e le classifiche finali delle quattro corse a tappe che hanno fatto la storia la situazione è ben diversa. La Gran Bretagna ha fatto la parte del leone vincendo il Giro con Froome, il Tour con Thomas e la Vuelta con Simon Yates, mentre l’ australiano Porte ha vinto in Svizzera. Nelle corse monumento da segnalare la bella doppietta francese con Alaphilippe (Freccia Vallone) e Pinot (Lombardia), mentre Terpstra ha vinto il Fiandre, Sagan la Roubaix, Jungels la Liegi e per noi Vincenzo Nibali si era aggiudicato la prima classica del 2018 a Sanremo.

Nel Ranking mondiale Alejandro Valverde è nettamente primo con 2.884 punti, seguito da Peter Sagan (2278) e da Simon Yates (2261). ai piedi del podio c’è Elia Viviani con 2186 punti, seguito da Alaphilippe (2085), Thoma (1961), Domoulin (1774), Roglic (1709), Pinot (1696) e Van Avermaet (1696). Fra gli italian meglio piazzati ci sono Colbrelli (21°), Pozzovivo (23°), Moscon (32°), Ulissi (57°), Pasqualon (65°), Formolo (70°), Nibali (71°), Caruso (75°), Canola (87°), Trentin (92°) e Visconti (94°). Comunque la stagione è stata altamente positiva ed i nostri potrebbero ancora ottenere altre vittorie (Moscon ha appena vinto il al Tour of Quangxi), in quanto ci sono ancora tre importanti corse a tappe in Cina dove gli italiani hanno sempre fatto molto bene.

Clicca l'offerta

In promozione. Tempo di decorare! Luci e decorazioni natalizie per il tuo albero e la tua casa

Ultima revisione articolo: