Albenga amarcord: a 50 anni dalla maturità del ‘68…

Albenga. Era stato l’ultimo esame di maturità “vecchia maniera”, quello con tutte le materie scritte e orali, educazione fisica compresa e con riferimenti ai programmi di tutto il quinquennio. Un vero spauracchio per gli studenti di quel periodo. Era il 1968, un anno che segnò un’epoca. Da allora nel mondo della scuola e nei rapporti docenti-allievi molto cambiò. E anche nella società. Loro erano un gruppo di ragazzi, pieni di sogni e di speranze. Ultima classe interamente maschile del Liceo Giovanni Pascoli di Albenga. I loro insegnanti erano tra i “pilastri” della scuola del nostro territorio: Borrasio, Santarelli, Bogliolo, Massarelli, Battaglieri. Si sono ritrovati – cinquant’anni dopo – per un momento conviviale, ricco di ricordi e aneddoti. Qualcuno era assente per impegni, qualcuno mancava, purtroppo, perché partito troppo presto e a questi ultimi è andato subito il pensiero degli amici ritrovatisi.

Ecco, come al momento dell’appello in aula, l’elenco dei presenti: Ginetto Sappa, ex Sindaco di Imperia, il giudice Domenico Varalli , Gianni Secco chirurgo vascolare, Gino Rapa docente e animatore dei Fieui di caruggi, Giorgio Ceriale avvocato, Gioggi Ficcarelli imprenditore sanitario, l’albergatore Angelo Siffredi, Guido Michelini concessionario auto, Marino Bonfiglio commerciante, Paolo Apicella medico di base e musicofilo, Nino Defilippis odontoiatra, Roberto Giannantonio insegnante, Alessandro Bovio bancario.

liceo classico III A Albenga cinquanta anni dopo 1968 2018