Terrae, itinerari-audiovisivi di Giuseppe Peretti: “La via Francigena a piedi”

Borghetto S. Spirito. Al Giardino Sala Marexiano appuntamento lunedì 27 agosto alle ore 21,30 con Giuseppe Peretti e i suoi viaggi “La via Francigena a piedi”- II parte – dal Gran San Bernardo a Roma, attraverso la Val d’Aosta, la Pianura Padana, la Toscana ed il Lazio”.

RobertoMichels

La Via Francigena rappresenta l’itinerario medioevale che dall’Europa Centrale ed Occidentale portava a Roma e trae il suo nome proprio dal fatto che si sviluppa per buona parte nella Francia ed in essa si genera nel primo medioevo. A differenza di Santiago, la Francigena non era soltanto un cammino di fede ma veniva percorsa oltreché dai pellegrini, da mercanti, militari, viandanti che dai paesi di Centro Europa scendevano in Italia valicando le Alpi e raggiungevano Roma con percorsi diversificati a seconda delle esigenze e degli obiettivi da cui erano mossi.

«Uno straordinario viaggio di scoperta, tra paesaggi inaspettati, pievi medievali e tratti di strade romane, attraversando alcuni dei borghi più belli e suggestivi d’Italia; un cammino unico, che attraversa Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Liguria, Toscana e Lazio. L’itinerario valdostano risulta di particolare interesse in quanto si sviluppa inizialmente in un ambiente tipicamente di alta montagna per poi raggiungere ed attraversare la città di Aosta. Da qui prosegue lungo tutta la valle centrale con un percorso a sali scendi a mezza costa alternando strade carrabili secondarie a piste agricole e tratti di sentiero a forte valenza dal punto di vista naturalistico e paesaggistico, spesso immerso nei vigneti, e dal punto di vista storico-culturale per i vari borghi, chiese e castelli incontrati sul percorso».

Beppe Peretti, saviglianese d’origine, risiede a Toirano (SV) dal 1978. Ha al suo attivo l’effettuazione di diversi trekking come: il Camino di Santiago de Compostela, l’Alta Via dei Monti Liguri (da La Spezia a Ventimiglia), il Cammino di Francesco (da La Verna al Reatino), il Monte Ararat e la Via Francigena (da Canterbury a Roma). Si è inoltre cimentato con lunghi viaggi in bicicletta: da Toirano a Roma, ad Assisi per la Marcia della Pace, lungo il corso del fiume Po (dal Monviso a Venezia), e lungo il corso della Loira, dalla sorgente all’Atlantico.

Ultima revisione articolo: