Musica popolare italiana, prosegue a Loano il viaggio nelle riGenerazioni

Prosegue a Loano il viaggio nelle riGenerazioni, proposto dal Premio Nazionale Città di Loano per la musica tradizionale italiana, per documentare la vivacità della musica popolare italiana attraverso i passaggi generazionali.

Giovedì 26 luglio, protagonista sarà il Canzoniere Grecanico Salentino, uno dei migliori interpreti contemporanei della tradizione della pizzica salentina.

Alle ore 18.00, sul lungomare, nei Giardini Caduti di Nassiriya, il giornalista Ciro De Rosa condurrà l’incontro con il gruppo e con Roberto Licci.

Dal 2007 il Canzoniere Grecanico Salentino ha cambiato pelle: la prima formazione attiva negli anni Settanta ha passato il testimone a una nuova generazione di musicisti salentini. Roberto Licci è uno dei fondatori del gruppo, e oggi suo figlio Emanuele suona chitarra e bouzouki nel nuovo Canzoniere.

Ciro De Rosa ripercorrerà la storia di uno dei passaggi generazionali più belli della musica italiana offrendo una occasione unica per riflettere sulle traiettorie intergenerazionali della musica popolare.

È una vera festa quella prevista sempre per giovedì 26, alle ore 21.30: in Piazza Italia e non come annunciato nell’Arena Estiva Giardino del Principe, il Canzoniere Grecanico Salentino darà vita ad uno show tra i più coinvolgenti, già apprezzato sui palchi dei principali festival di tutto il mondo, dal WOMAD allo Sziget al SXSW Music Festival in Texas.

Il Canzoniere è capitanato oggi dal violinista Mauro Durante, che ne ha ereditato la direzione dal padre Daniele.

Fondato nel 1975 dalla scrittrice Rina Durante, il Canzoniere Grecanico Salentino è il più importante gruppo di musica popolare salentina, il primo ad essersi formato in Puglia. L’affascinante dicotomia tra tradizione e modernità caratterizza la musica del Canzoniere: il gruppo è composto dai principali protagonisti dell’attuale scena pugliese, che reinterpretano in chiave moderna le tradizioni che ruotano attorno alla celebre pizzica tarantata rituale, che aveva il potere di curare attraverso la musica, la trance e la danza il morso della leggendaria Taranta.

Il Canzoniere continua oggi a innovare la musica salentina, e a rappresentare la musica italiana nel mondo, collaborando con artisti del calibro di Ludovico Einaudi, Erri De Luca, Piers Faccini, Ballake Sissoko, Ibrahim Maalouf, Fanfara Tirana, Stewart Copeland dei Police, e portando la voce di un territorio musicale che con la pizzica ha sempre manifestato la propria identità.

In oltre quarant’anni di storia i musicisti del Canzoniere Grecanico Salentino hanno portato la tradizione pugliese sui palchi dei festival più importanti del mondo: oggi il loro show mescola i brani della tradizione con nuove composizioni, canzoni in italiano e dialetto e irresistibili pizziche da ballare tutti insieme. Il loro ultimo disco, Canzoniere, è stato registrato a New York e acclamato dalla critica di tutto il mondo.

Il gruppo è composto da: Mauro Durante, voce, percussioni, violino; Alessia Tondo, voce; Silvia Perrone, danza; Giulio Bianco, zampogna, armonica, flauti e fiati popolari, basso; Massimiliano Morabito, organetto; Emanuele Licci, voce, chitarra, bouzouki; Giancarlo Paglialunga, voce, tamburieddhu.

La serata musicale, ad ingresso gratuito, avrà uno scopo benefico e sarà accompagnata dalla raccolta fondi a favore dell’Associazione Pavese Parkinsoniani Onlus, impegnata ad offrire servizi di supporto socio-assistenziale ai malati di Parkinson per garantire loro dignità, assistenza e svago.

Il Premio Città di Loano è organizzato dall’Associazione Compagnia dei Curiosi in collaborazione con l’Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Loano, con il contributo della Fondazione A. De Mari e con il patrocinio della Regione Liguria e dell’ANCI.

La direzione artistica è a cura di Jacopo Tomatis, con la collaborazione di Ciro De Rosa, Enrico de Angelis e Annalisa Scarsellini.