Loano libera contea: seconda edizione della festa rinascimentale

Loano. La città dei Doria si prepara a tornare indietro nel tempo. Sabato 2 giugno, infatti, si terrà la seconda edizione della grande festa rinascimentale che rievocherà la proclamazione della libera contea di Loano avvenuta nel 1575 durante la signoria dei conti Zenobia Del Carretto e Gianandrea Doria. La manifestazione è stata promossa dall’assessorato a turismo, cultura e sport del Comune di Loano ed organizzata dall’associazione Pro Musica Antiqua.

Nel 1575, dopo complesse vicende storiche, il feudo di Loano venne assegnato alla famiglia Doria che governerà indipendentemente la contea fino al XVIII secolo. Da questa data Loano conoscerà una fase storica di grande sviluppo economico ed artistico che durerà per oltre due secoli. Gianandrea era nipote del grande ammiraglio Andrea Doria ed egli stesso aveva partecipato alla Battaglia di Lepanto. Ma è il nome della principessa Zenobia ad essere particolarmente legato a Loano, di cui il consorte era feudatario e dove lei soggiornava nei mesi invernali. Assieme a Gianandrea assicurò la committenza del centro monumentale di Loano.

Il momento storico sarà rivissuto con la lettura dell’editto che ha sancito la nascita della libera contea di Loano, accompagnato dalle fanfare dei trombettieri, dai movimenti di truppe, dalle salve di archibugi e dalla sfilata storica per le vie del centro, gli spettacoli di canto, musica e danza rinascimentale. La proclamazione della libera Contea di Loano si svolgerà principamente in piazza Italia, tra la parrocchia di San Giovanni Battista, l’oratorio di Nostra Signora del Santissimo Rosario e Palazzo Doria.

Il programma della giornata prevede alle 16 l’accoglienza dei figuranti, degli armigeri, dei musici e dei danzatori in Piazza Italia; alle 16.30 i gruppi in costume rinascimentale sfileranno in corteo in centro storico fino a piazza Rocca. Alle 17 i figuranti faranno ritorno in piazza Italia, dove avverrà la proclamazione della libera Contea di Loano. Seguiranno una parte di recitazione scenica, alcune manovre militari con salve di moschetti e di cannone, la gran fanfara dei trombettieri e dei tamburini di corte. Alle 17.30 inizieranno i festeggiamenti con musiche e danze al cospetto del conte di Loano Gianandrea Doria e della sua consorte Zenobia Del Carretto; il tutto accompagnato da semplici e ordinate manovre militari. A alle 19 verranno pronunciati i proclama e gli auguri al casato dei Doria e di prosperità alla Contea indipendente di Loano con gran fanfara delle trombe di corte.

Alla rievocazione storica parteciperanno: l’associazione Pro Musica Antiqua, che si occuperà delle musiche di danza dal vivo, con copie di strumenti musicali originali dell’epoca, per i festeggiamenti seguenti alla proclamazione; “Le Gratie d’Amore”, gruppo di danza storica di Lavagna (Ge), nei preziosi costumi dell’epoca, frutto di accurata ricostruzione storica; “Flos Duellatorum”, che si occuperà della regia delle manovre armate.
Tra gli altri gruppi storici di armati: il Gruppo Storico “Incisa” di Incisa Scapaccino (CN); Compagnia della Picca e del Moschetto di Novi Ligure (AL); Gruppo Storico “Giovanni De Reges” di Revello (CN); “I Veterani Delle Fiandre” di Novi Ligure (AL); Gruppo Storico “La Cerchia” di Castelmagno (CN); dal gruppo storico di “A Campanassa” di Savona; dal gruppo di danza storica “Dominae Naulensis” di Noli; dagli allievi della classe di tromba e di percussioni del liceo musicale Sandro Pertini (GE). L’organizzazione dell’evento è a cura di Gaetano Conte di Pro Musica Antiqua; coreografia di Marco Raffa delle Gratie d’Amore.