Guardia di finanza: conclusi gli incontri con gli studenti della provincia di Savona

La Guardia di Finanza di Savona, per il tramite dei vari Reparti dislocati sul territorio della provincia, ha portato a termine il programma degli incontri iniziati nel mese di febbraio di quest’anno, nell’ambito del progetto “Educazione alla Legalità Economica”, di cui al Protocollo d’Intesa stipulato tra il Corpo della Guardia di Finanza ed il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, sesta edizione dell’anno scolastico 2017/2018.

All’iniziativa, articolata in incontri che si sono tenuti in 19 Istituti Scolastici, hanno preso parte più di 1.300 studenti, frequentatori delle Scuole Primarie, delle Scuole Secondarie di Primo Grado e delle Scuole Secondarie di Secondo Grado della provincia di Savona.

Le Fiamme Gialle, in particolare hanno fatto visita a:

6 Scuole Primarie: ”G. Rodari” di Finale Ligure (SV), “G. Mazzini” di Cairo Montenotte (SV), “Scuola Primaria Alassio – Capoluogo” di Alassio (SV), “Scuola Primaria Don Peluffo – Valle” di Vado Ligure (SV), “Scuola Primaria Don Peluffo – Capoluogo” di Vado Ligure (SV), “C. Astengo” di Savona (SV);
7 Scuole Secondarie di Primo Grado: “Aycardi – Ghiglieri” di Finale Ligure (SV), “V. Brondi” di Altare (SV), “G. Mameli” di Carcare (SV), “Mameli – Alighieri” di Ortovero (SV), “M. Morteo Ollandini” di Alassio (SV), “A. Peterlin” di Vado Ligure (SV), “B. Guidobono” di Savona (SV);
6 Scuole Secondarie di Secondo Grado: “G. Falcone” di Loano (SV); “F. Patetta” di Cairo Montenotte (SV), “San Giuseppe Calasanzio” di Carcare (SV), “G. Bruno” di Albenga (SV), “Giancardi – Galilei – Aicardi” di Alassio (SV), “Boselli – Alberti” di Savona (SV).
I Finanzieri impegnati nel progetto, utilizzando interessante materiale audio-video appositamente predisposto, hanno illustrato agli studenti ed insegnanti intervenuti l’attività svolta dal Corpo – quale Polizia Economico-Finanziaria del Paese – per contrastare gli illeciti fiscali, il fenomeno della falsificazione e contraffazione, le violazioni dei diritti d’autore, nonché l’uso e lo spaccio delle sostanze stupefacenti.