Una pièce teatrale per ricordare le donne vittime di violenza

Una pièce teatrale per ricordare le donne vittime di violenza. Giovedì 23 marzo, alle 21 al Teatro G.Moretti di Pietra Ligure, il Circolo Artistico Culturale “Spettacolando” di Pietra Ligure mette in scena, un testo di Romina Camillo, che è finalizzato a richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica sui diritti umani ed in particolare sui diritti delle donne.

«La violenza non si ferma con l’atto in sé, prosegue subdolo in un clima sociale che spinge all’omertà e alla vergogna, che fruga pettegolo nei dettagli imbarazzanti, che condanna infine la donna per “essersela cercata”»

La storia racconta di un marito troppo “staccato” dalla vita matrimoniale, che si dimentica sistematicamente di ogni evento importante, tra cui il 25 anniversario di matrimonio. A questa storia si intreccia la tragedia di una donna sistematicamente maltrattata, e vittima di violenza da parte di suo marito.

Il tutto è «raccontato in maniera leggera, ma con attimi in cui siamo costretti a fermarci a pensare sulla “pochezza” di alcune persone, cercando di accendere uno sguardo, di non far cadere i numeri vuoti delle statistiche ponendo domande che pungono e aprono porte di solito sigillate. L’arte del teatro ha corpi in scena che respirano, tremano, si piegano di paura, si rialzano e cercano risposte negli occhi dello spettatore. Chi esce dal teatro non può rimanere indifferente».

Il devoluto dell’ingresso, che sarà ad offerta libera, andrà a favore dell’Associazione Gentileschi sportello donna