In arrivo pacchi bebè per i nuovi nati nel Comune di Spotorno

In arrivo pacchi bebè per i nuovi nati nel Comune di Spotorno. Un gesto simbolico per dare il benvenuto e per festeggiare la nascita di ogni nuovo cittadino. È ciò che il Comune di Spotorno e la Farmacia San Pietro hanno pensato di realizzare per i nuovi nati a partire dal 2017.

I neo genitori riceveranno a casa un biglietto di congratulazioni per la nascita, dopodiché si potranno recare all’Ufficio Anagrafe per ritirare il buono che dà diritto ad un pacco regalo offerto dal Comune di Spotorno e dalla Farmacia San Pietro. Il kit omaggio contiene alcuni prodotti per la prima infanzia e potrà essere ritirato direttamente, presentando il buono, presso la Farmacia in Piazza Colombo.

“Questa iniziativa – ha dichiarato l’Assessore alla Famiglia e all’Infanzia Giulia Moretti- vuole prima di tutto esprimere la felicità della comunità per l’arrivo di un nuovo concittadino. Riteniamo che sia anche un bel modo per porgere ai genitori i nostri migliori auguri per il lieto evento. Ringrazio i titolari della Farmacia San Pietro, ed in particolare la Dottoressa Bovero, che si sono subito dimostrati entusiasti del progetto e disponibili ad una concreta collaborazione”.

“Abbiamo voluto dar vita ad un’iniziativa di benvenuto a tutti i nuovi nati per sottolineare l’importanza di queste giovani vite per la comunità – ha dichiarato il Sindaco Mattia Fiorini -I bambini sono una ricchezza non solo per le loro famiglie ma anche per tutti noi e rappresentano il nostro futuro. Un benvenuto perché? Perché la nascita è l’inizio di un percorso di vita e l’augurio è che un giorno possano ricordare che sono stati accolti positivamente dalla propria città” .

L’Assessore Giulia Moretti aggiunge – “Il kit omaggio vuole essere anche un modo per sottolineare la presenza sul territorio della farmacia comunale, importante punto di riferimento per tutti, soprattutto per i neo genitori”.
I kit sono già stati preparati e in questi giorni sono stati spediti i primi biglietti di benvenuto ai due neonati iscritti all’anagrafe nel 2017, un maschietto e una femminuccia.