Rinnovato sito internet Arpal, nuova grafica e navigazione più semplici

Un progetto importante (che ha coinvolto l’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente ligure e la Regione Liguria, con il supporto tecnico di Liguria Digitale) volto a rendere il sito rispondente alle principali linee guida per la comunicazione web della Pubblica Amministrazione.

E in questo caso le parole d’ordine sono due: accessibilità e usabilità.

Il nuovo sito internet di Arpal si rifà ai criteri dettati dal progetto Italia Login, che punta a creare un’identità digitale coerente per la Pubblica Amministrazione centrale e, di riflesso, per gli altri enti pubblici. Ossia, requisiti tecnici normati allo scopo di assicurare che informazioni, documenti e servizi on line pubblicati siano garantiti dall’ente.

Il nuovo sito internet di Arpal punta a una ricchezza di contenuti immediatamente fruibili da tutti gli utenti.

La Home Page rilancia i settori e i temi in cui vengono suddivise le notizie, le informazioni, i dati e le attività di Agenzia. Si va dal meteo – sezione più consultata con 150.000 visite mensili – all’aria, passando per gli alimenti, i rifiuti, il suolo e molto altro. Sempre nella home page la novità è rappresentata dalle news più importanti, che descrivono a 360 gradi la vita e l’attività dell’Agenzia. E ancora i collegamenti ai social, con la pagina www.facebook.com\ArpaLiguria e gli account twitter per meteo e pollini, nonché i link ai principali referenti istituzionali.

“Un sito moderno ed intuitivo più vicino al cittadino – spiega l’Assessore Regionale all’Ambiente Giacomo Giampedrone – nel solco di quella che rientra sempre più nella ‘mission’ dell’Agenzia: la comunicazione, in maniera trasparente, di tutte le attività. Il Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente presto avrà strumenti e mezzi informatici con cui comunicare: il sito di Arpal, che ricalca le impostazioni utilizzate anche in Regione, sarà una parte già pronta a entrare nel nuovo sistema Snpa, nato dopo la legge nazionale dello scorso giugno e in via di formazione”.

Ultima revisione articolo: