Nuova raccolta differenziata, lista Civica LoaNoi: migliorare la comunicazione coi cittadini

La lista Civica LoaNoi, “in uno spirito non polemico ma costruttivo”,  ha fatto pervenire all’amministrazione loanese una lettera per manifestare “grande  preoccupazione per i disagi che potrebbero crearsi per la cittadinanza in seguito all’imminente avvio della raccolta dei rifiuti porta a porta per le utenze domiciliari”.

«Anche se favorevoli – dicono i consiglieri di minoranza – ad un cambiamento radicale della gestione rifiuti per ragioni di tutela ambientale, non possiamo evitare di richiamare l’attenzione sulle modalità in cui sta avvenendo questa transizione». Almeno tre le principali criticità, proseguono: «I termini previsti della relazione tecnica di avvio del servizio prevedevano di andare a regime entro tre mesi, cosa avvenuta parzialmente ed in forma a dir poco “facoltativa” per le sole utenze non domestiche. L’ informazione  alle attività commerciali è stata insufficiente e tardiva, mentre quella ai cittadini è decisamente lacunosa. Non risultano programmati incontri pubblici con la cittadinanza e ciò non favorisce la completa comprensione del cambiamento di abitudini richiesto ai cittadini».

Esemplare, secondo la lista Civica LoaNoi, «la vicenda della lettera con destinatario generico “alle Famiglie” recapitata ovunque come si trattasse di un volantinaggio pubblicitario: in alcuni casi, infatti, ci risulta sia stata inserita proprio nelle cassette condominiali destinate a tale uso, non raggiungendo l’auspicata capillarità di tutte le oltre dodicimila utenze loanesi, tra residenti e non residenti. Dal testo della suddetta lettera emerge che sono stati programmati solo sei giorni per il ritiro del materiale (mastello dell’organico, sacchetti e materiale informativo), mentre, sempre nella relazione tecnica, era previsto almeno un mese per questo tipo di servizio. Sempre dal medesimo documento, come pure dal capitolato d’appalto, era previsto l’utilizzo di mezzi elettrici in tutto il “centro” cittadino, mentre ci risulta che questi vengano utilizzati solo sul lungomare».

«Queste osservazioni – concludono – verranno viste dall’amministrazione come polemiche pretestuose, ma noi siamo fermamente convinti che per ottenere significativi miglioramenti al decoro urbano e alla salvaguardia ambientale sia necessario il massimo coinvolgimento della cittadinanza, con tutti i mezzi comunicativi a disposizione».

Ultima revisione articolo: