Melis (M5S): più spazio al turismo nella formazione universitaria in Liguria

04 - Andrea Melis 1Regione Liguria. “Il turismo diventi a tutti gli effetti materia di formazione per creare nuovi professionisti del settore”. È la proposta presentata questa mattina in Commissione da Andrea Melis, portavoce del MoVimento 5 Stelle Liguria, in occasione della presentazione del Programma Triennale di Sviluppo e sostegno all’Università da parte della Giunta.

“L’obiettivo è quello di avviare un percorso di collaborazione con l’Università per inserire il turismo nell’offerta formativa e valorizzare quello che potenzialmente può diventare un volano di sviluppo del territorio ligure e non solo”.

Un progetto che riguarda da vicino Savona, come spiega il portavoce pentastellato.
“Tra le ipotesi al vaglio c’è quella di espandere l’attuale corso di Laurea Triennale della Facoltà di Economia di Imperia, sia allargando il numero di materie, sia aprendo a possibili nuovi sedi, in particolare nella città della Torretta, che in questi anni sta assumendo sempre di più una vocazione turistica”.

Percorsi analoghi sono già stati tentati con successo a Trento con l’avvio di un master in Management e Sostenibilità del Turismo, mentre si comincia a discutere di una nuova figura professionale al passo coi tempi: l’ingegnere del turismo.

Melis rivolge poi un appello alla Regione Liguria affinché “contribuisca finanziariamente a un primo triennio sperimentale con soldi pubblici, sovvenzionando l’Università. La cifra? Si potrebbe partire con una cifra tra il milione e i 2 milioni di euro. Abbiamo fatto una stima: i fondi si possono trovare. Basta la volontà politica di investire, anche a livello di formazione, su un settore che nei prossimi anni potrebbe diventare il core-business della nostra regione”.

“Quello di oggi è un primo e importante passo, a cui dovranno seguirne altri – conclude Melis – Per questo abbiamo condiviso la proposta e chiesto, sin da ora, che siano auditi al più presto i rappresentanti delle Università per approfondire la tematica e intraprendere un percorso che possa essere il più partecipativo e costruttivo possibile”.