Al Teatro Don Bosco di Savona la compagnia Sad porta in scena ‘E surpreise de’n majezzu’

di Laura Sergi – Savona. Graditissimo ritorno questo fine Teatro Don Boscosettimana al Teatro don Bosco di Savona: sabato 23 (alle ore 21) e domenica 24 (alle 16) a calcare le scene sarà un gruppo affezionato ai calendari degli ex Salesiani, la compagnia Sad di Genova, impegnata in: ‘E surpreise de’n majezzu’, dialettale di autori vari. Sul palco: Dario e Fabio Peytrignet, Marina Pastorino, Maria Elisa Tartaro, Roberto Garbarini, Claudio Currieri, Gianna Rolla, Carlo Villa, Elda Bergamasco, Anna Maria Asborno, Massimiliano Cervetto, Silvia Foschia e le giovanissime Giorgia Giubbi, Giulia Spedicato e Alice Olivieri.

Singolare la trama che vede Camilla, la protagonista autoritaria, scoprire proprio il giorno delle nozze della figlia Romilda quanto il nuovo genero abbia solo fatto finta di essere una persona sottomessa: ora che è legato dal vincolo matrimoniale, mette fine alla propria recita.
Che smacco per Camilla, che vorrebbe persino far annullare le nozze. Per caso, scopre un’avventura del genero (che ha vent’anni più della moglie) e che si è consumata in uno scompartimento ferroviario due decenni prima, la prima domenica di novembre, in una giornata di tempesta, con una donna sconosciuta e rimasta misteriosa, mentre il convoglio doveva giungere a Roma.

Quante combinazioni Camilla può riversare in una storia inventata lì per lì e trasmettere al genero: ad esempio, la nascita di Romilda (proprio nove mesi dopo quell’avventura), nonché lo stesso nome di battesimo, che ricorda la Città Eterna. Ed eccola mentre confessa che la figlia è proprio frutto di un suo smarrimento di vent’anni prima, in una notte di tempesta, con uno sconosciuto… Quale disperazione per Amilcare, convinto a questo punto di aver sposato la propria figlia!
A seguire, sabato 6 e domenica 7 febbraio, la compagnia ‘Genova Spettacoli’ giungerà al teatro di via Piave per: ‘Articoli Quinto’, la celeberrima di Ugo Palmerini, dal repertorio di Gilberto Govi, adattamento e regia di Riccardo Canepa.

Ma, nell’intervallo fra i due appuntamenti, ci sarà una serata sulla quale i lettori di Albenga Corsara sono già informati: ‘Lettere di un alpino’, sabato 30 gennaio, alle ore 21, a ingresso libero. Don Giovanni Margara darà l’avvio a un evento tutto particolare, che verterà sulle lettere che un giovane ufficiale savonese degli Alpini ha mandato alla fidanzata, mentre partecipava alla Campagna di Russia, nel 1942. Tante atmosfere difficili e dolorose, ma anche tanta umanità, avvolgeranno i presenti, mentre la Corale Alpina savonese farà sentire la propria voce con i canti della tradizione