Danni alluvionali: il Ministro Martina scrive ad Agrinsieme

Dopo la lettera di Agrinsieme Liguria e l’azione di diversi Deputati e Aldo Alberto presidente Cia LiguriaSenatori Liguri (Anna Giacobbe, Franco Vazio, Mario Tullo, Massimo Fiorio, Luca Pastorino, Roberta Oliaro, Raffaella Mariani, Mara Carocci, Lorenzo Basso alla Camera di Senatori Albano e Calleo) che hanno sollecitato il Ministro Martina sul tema delle risorse da destinare al ristorno dei danni provocati dall’ alluvione del novembre 2014, lo stesso Ministro ha risposto con una nota che conferma l’impegno del Governo ad accrescere le risorse destinate alle imprese danneggiate.

“Abbiamo ricevuto con piacere la nota del Ministro, testimonia un’attenzione importante che peraltro avevamo noi stessi evidenziato riconoscendo al Ministro il mantenimento dell’impegno ad ammettere al ristorno dei danni anche le aziende che non avevano sottoscritto polizze assicurative – dichiara Aldo Alberto presidente CIA e coordinatore di Agrinsieme Liguria ( che comprende Cia Liguria, Confagricoltura, Confcooperative e Legacoop Agroalimentare) –. La nostra segnalazione era finalizzata a porre l’attenzione sull’entità delle risorse e sull’ipotesi di riparto che non dava garanzie di un adeguato livello di riconoscimento per le aziende colpite”.

“Le parole del Ministro e la disponibilità ad implementare il fondo ci paiono positive – continua Alberto – la discussione in atto sulla legge di stabilità ci consente di verificare subito se le risorse saranno adeguate. Per questo chiediamo ai Parlamentari Liguri di proseguire nell’azione intrapresa cercando di concorrere all’allocazione delle risorse in misura sufficiente a sostenere gli sforzi di aziende che hanno perso l’intera produzione. Auspichiamo un forte impegno anche dalla Regione, siamo certi che l’Assessore Mai in occasione del decreto di riparto potrà svolgere un importante ruolo che fino a questo momento ci pare non sia stato particolarmente incisivo”.