Strage di Parigi, un minuto di silenzio in Consiglio regionale

Liguria. Subito dopo avere aperto la seduta il presidente del torreifConsiglio regionale Francesco Bruzzone ha ricordato le vittime dell’attentato compiuto venerdì sera a Parigi. «Esprimendo alla Comunità francese il più profondo cordoglio sentiamo di piangere morti che sono anche nostri, nostri quanto la giovane Valeria Solesin. Solo pochi mesi fa l’attentato alla sede di Charlie Hebdo. Allora fummo scossi dall’efferatezza di un attacco feroce alla libertà di espressione forse non abbastanza consapevoli di quanto tutto ciò ci riguardasse singolarmente, personalmente, quotidianamente. Oggi, sappiamo – ha dichiarato – che quei valori universali che riconoscono ad ogni uomo il diritto alla vita, alla libertà, alla giustizia e alla pace, quei valori che davamo per definitivamente acquisiti alla causa della civiltà sono in grave pericolo. Non abiureremo i nostri valori. Non rinunceremo alle nostre vite, non ci faremo schiacciare dalla paura, non cederemo alla “cultura” dell’odio». Bruzzone ha rinnovato l’adesione senza riserve del Consiglio regionale «ai valori di libertà, giustizia e pace che nessun terrore potrà mai alienare dalle ispirazioni umane». Al termine dell’intervento del presidente, l’Assemblea ha osservato un minuto di silenzio.

Ultima revisione articolo: