Albenga, spiagge libere attrezzate: il commento del presidente Bagni Marini, Berardo Zanelli

È già trascorso un anno da quando la gestione da parte della SpiaggiaCooperativa delle spiagge libere attrezzate è scaduta e le manifestazioni di interesse non sono andate a buon fine per errori formali nella compilazione delle domande. Di fronte alla situazione che si è venuta a creare l’amministrazione guidata da Giorgio Cangiano ha deciso di creare spiagge libere e ha trovato grande collaborazione da parte dell’associazione Bagni Marini di Albenga.

Spiega il presidente dell’associazione Berardo Zanelli titolare dei Bagni Internazionali: “in intesa con l’assessore al Demanio Tullio Ghiglione abbiamo fornito tutta la nostra esperienza e collaborazione . In concreto pur non essendo previsto nella normativa che una spiaggia libera debba dotarsi di un bagnino, considerando la posizione favorevole dei Bagni Internazionale siamo in grado di fornire la sorveglianza dell’intero tratto dello specchio acqueo e di fornire un supporto alla sicurezza dei bagnanti”.

Per la pulizia dell’arenile e dei servizi igienici, oltre al consueto lavoro di Teknoservice, l’assessore alle politiche sociali Simona Vespo ha messo a disposizione personale in borsa lavoro. “Riteniamo – prosegue Zanelli- che sia una buona iniziativa sperimentale che potrebbe ottenere il gradimento dei cittadini di Albenga e dei turisti che vogliano utilizzare una spiaggia libera e potrebbe ripetersi negli anni a venire. Pertanto desidero fare un ringraziamento al Sindaco Giorgio Cangiano e all’assessore al Demanio Tullio Ghiglione e a tutti gli Uffici che hanno contribuito alla realizzazione di questo progetto”.