Andora: al vaglio i Bandi Europei dedicati alle aggregazioni di enti e fra enti pubblici e soggetti privati

Andora. Si è riunita, nel Comune di Testico, la Giunta dell’Unione giunta testico_2Valmerula e Montarosio che nella seduta di ieri, giovedì 14 maggio, ha vagliato tutte le possibilità offerte dai Bandi Europei dedicati alle aggregazioni di enti e fra enti pubblici e soggetti privati.

La Giunta, presieduta da Mauro Demichelis, sindaco di Andora, presenti il vice presidente Nicla Tallone sindaco di Chiusanico, Fabio Natta, sindaco di Cesio e neo eletto Presidente della Provincia di Imperia, Romolo Laureri, sindaco di Testico e Laura Bestoso, sindaco di Stellanello, ha dato inizio al giro nei territori dell’Unione, che accoglieranno a rotazione le riunioni.

“Abbiamo già attivato l’iter per l’ottenimento dei fondi regionali riservati alle Unioni di Comuni costituite – ha spiegato Mauro Demichelis, Presidente dell’Unione – Ora stiamo analizzando i bandi europei. Ci interessano quelli che finanziano iniziative nell’ambito dello sviluppo rurale, sociale e riguardanti lo sviluppo sostenibile. Siamo disposti ad andare anche al di là del gruppo dell’Unione, pronti a creare aggregazioni con altri comuni o soggetti privati per realizzare progetti utili ed in sintonia con le caratteristiche dei nostri territori, finanziabili con fondi Europei”

Mantenimento dei servizi, ampliamento delle possibilità di sviluppo dell’economia turistica e rurale sono gli obiettivi del lavoro dell’Unione.

“I sindaci dell’ Unione Valmerula e Montarosio credono che per garantire un futuro alle nostre realtà sia necessario lavorare insieme, superando ogni campanilismo – ha dichiarato Romolo Laureri, sindaco di Testico – L’esperienza e l’organizzazione dei comuni più grandi può aiutare quelli più piccoli ad utilizzare meglio le risorse a disposizione per ampliarne i servizi, ma per reperire i fondi europei è necessario presentarci uniti realizzando progetti che rispettino la nostra identità e ci aiutino a far crescere l’economia turistica e agricola”.