Regionali, L’Altra Liguria, Verdi Liguria e Gruppo Cittadinanza Attiva  sostengono Pagano: “Pastorino faccia un passo indietro”

Giorgio Pagano VS Luca Pastorino? Nessun accordo all’orizzonte tra le forze urna voto mano scheda generica x00politiche che da mesi prospettavano per le elezioni di primavera la convergenza verso un’unica candidatura a sinistra concorrenziale a una coalizione guidata dal Pd e da Raffaella Paita. Giorgio Pagano ha sciolto in queste ore la riserva e sarà candidato alla presidenza della Regione Liguria a capo di una coalizione politica e sociale guidata da L’Altra Liguria, Verdi Liguria e Gruppo Cittadinanza Attiva che si incontrerà oggi per iniziare ad organizzare i gruppi tematici e la campagna elettorale.

I gruppi, spiegano, «saranno aperti al contribuito di chiunque vorrà partecipare attivamente alla costruzione  di un percorso che porti alla definizione di un’alternativa al sistema di potere che ha governato in questi anni la nostra Regione».

Una “sinistra d’alternativa” che si presenterà dunque divisa con due candidati? «Riteniamo che il candidato On. Luca Pastorino, sindaco e dissidente PD, a causa delle scelte fatte come Sindaco di Bogliasco, della sua storia politica e delle modalità con cui è maturata la sua candidatura non rappresenti la necessaria garanzia per la realizzazione di un programma che vuole essere di rottura e netta discontinuità con il passato», sostengono L’Altra Liguria, Verdi Liguria e Gruppo Cittadinanza Attiva: «Gli chiediamo pertanto un atto di responsabilità ed un un passo indietro, ma anche di mettere a disposizione la sua posizione privilegiata all’interno delle istituzioni per la costruzione di un progetto unitario capace di coinvolgere, non solo i partiti o le loro minoranze interne ma anche, soprattutto, quella larga maggioranza che non va più a votare perché stufa e delusa nel vedere che i tatticismi politici prevalgono sui contenuti».