Contro tutte le mafie: Savona celebra con Libera la XX Giornata della Memoria e dell’Impegno

“La verità illumina la giustizia”, questo lo slogan scelto per la XX Giornata Liberadelle memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, promossa martedì 24 Marzo 2015 su iniziativa del coordinamento Provinciale di Libera – Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, con il patrocinio del Comune di Savona e con il sostegno di Coop Liguria e ARCI Savona; un appuntamento all’inizio della primavera, simbolo di speranza e rinascita, che vuole unire il ricordo di chi ha perso la vita all’impegno nella lotta alla cultura mafiosa.

Dichiara l’Assessore alla Cultura e Politiche Giovanili Elisa Di Padova: “Anche in questa occasione ci schieriamo al fianco di Libera per offrire alla città e al territorio un momento di riflessione su un tema delicato come quello della lotta alle mafie. Lo slogan di quest’anno è particolarmente significativo: illuminare la verità ma anche illuminare, con la memoria, le coscienze con le azioni che ciascuno di noi è chiamato quotidianamente a fare. Anche quest’anno un corteo colorato e pieno di giovani si svilupperà per le vie della nostra città per dire no alle mafie e
alla criminalità”.

“Il 2015 è un anno importante per la storia di Libera – dichiara Dina Molino, Coordinamento Provinciale Libera Savona – che celebra infatti i suoi primi 20 anni di attività. Il 24 marzo in tutta Italia si tiene la XX Giornata delle memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, un appuntamento a cui partecipano ogni anno decine di migliaia di cittadini per testimoniare la propria vicinanza alle famiglie delle vittime e la volontà di affermare insieme diritti e giustizia sociale, contro le mafie e la corruzione. Anche il Coordinamento Provinciale di Libera Savona, in collaborazione con il Comune, celebra questa importante giornata con una manifestazione pubblica, che, facendo seguito alle iniziative già intraprese da diversi anni a Savona, si pone come una nuova azione di coinvolgimento e riflessione rivolta a tutta la cittadinanza. Temi chiave della Giornata sono la Memoria – intesa come distanza dalle celebrazioni retoriche o le rievocazioni sterili e legata alla responsabilità individuale e collettiva- e l’Informazione, come elemento di conoscenza e sensibilizzazione e come veicolo di diffusione di buone pratiche di impegno civile

PROGRAMMA – La giornata avrà inizio alle ore 9, con ritrovo al Prolungamento, per la partenza del corteo che attraverserà le vie cittadine: Corso Italia, P.zza Saffi, Via Boselli, P.zza Mameli, Via Paleocapa.
Il programma proseguirà alle ore 10.30 in P.zza Sisto IV, con la lettura dei nomi delle vittime innocenti delle mafie e lo spettacolo “Il pane quotidiano” a cura del Liceo Della Rovere.
Anche quest’anno “Libera Formazione” ha elaborato alcune proposte, rivolte soprattutto agli studenti, per rendere significativa la partecipazione.
Come detto, lo slogan di quest’anno è “La verità illumina la giustizia”. Per questa ragione, gli studenti sono invitati a scendere in piazza con lanterne realizzate da loro, che rappresentino la memoria delle vittime da ricordare. Sulle lanterne potranno apporre il nome della vittima, una frase, un disegno o ciò che vorranno. Ognuno potrà scegliere come ricordare e far vivere il sacrificio della persona uccisa dalla criminalità mafiosa. In alternativa, i ragazzi e le ragazze potranno “illuminare” il corteo con striscioni ed elaborati che riprendano graficamente e cromaticamente la traccia della luce (anche con ulteriori simboli oltre a quello della lanterna), associandola attraverso riflessioni e scritte alla vittima scelta o più in generale al tema della memoria che si fa impegno.