Ritardi Enel, la Croce Bianca di Finale Ligure è ancora senza energia elettrica

A causa dei ritardi dell’Enel – prima nella fornitura dei contatori, poi Ugo Frascherelli 01nell’attivazione del contratto – la nuova sede della Croce Bianca di Finale Ligure è ancora senza energia elettrica.
La fornitura dei contatori era stata richiesta dal Comune lo scorso settembre. La posa è avvenuta a dicembre, poco prima di Natale, dopo quasi quattro mesi e numerosissimi solleciti.
Da allora è trascorso un altro mese e, nonostante le ripetute richieste dell’ente locale, l’allaccio non è ancora stata effettuato e, come se non bastasse, non viene data una risposta in merito a una sua possibile data di attivazione.
La Croce Bianca opera presso la sede provvisoria di palazzo Ruffini. La nuova sede, che si trova sopra l’autosilo di piazza Donatori di Sangue, è completata, ma per poter ospitare le attività della Pubblica Assistenza è ovviamente necessario l’allaccio all’energia elettrica.
Dice il sindaco Ugo Frascherelli: “I nostri solleciti cadono nel vuoto. Da un mese ci viene detto che la pratica è in lavorazione e a ogni nostra nuova richiesta viene ‘’rigenerato il documento’’, il che significa che la procedura riparte da zero. La Croce Bianca presta un’opera fondamentale per la collettività. E’ assurdo che si sia costretti a rinviare il suo ingresso nella nuova sede per un ritardo nella fornitura di un servizio essenziale come è quello dell’energia elettrica. Se un ente pubblico ha tante e tali difficoltà ad attivare un contratto, mi chiedo cosa possa fare un privato cittadino, magari anziano, che si trovi nella stessa situazione”.

RobertoMichels

** Vedi Corsara 23-1-2015 Corrente Croce Bianca di Finale Ligure, precisazioni Enel: “l’impianto verrà allacciato lunedì”

Ultima revisione articolo: