Albenga: presentato il restauro dello storico Sipario teatrale cittadino (foto)

Albenga. Presentato oggi ufficialmente nella sala consigliare del palazzo 1 Presentazione Sipario restaurato Albengacivico il restauro dello storico Sipario teatrale cittadino; presenti tutta la Giunta e i consiglieri comunali, la dot.ssa Isabella Vasile, i rappresentanti delle associazioni e Lorenza Giudice in rappresentanza della Fondazione De Mari.
Felice conclusione di una lunga storia del pregevole Sipario ottocentesco – appartenuto al Teatro Civico di Albenga, demolito nel 1938 nei pressi di Largo Doria – fatta di ritrovamenti, scomparse e poi nuove riscoperte: visionato una prima volta circa 40 anni fa da Gin Noberasco, in seguito alla sua morte poi ricadde nell’oblio fino al 1994 (amministrazione Viveri, con il Prof. Antonio Olivieri assessore alla Cultura), quando rimase danneggiato dalla terribile alluvione di quell’anno. Seguirà un nuovo oblio, sino a quando la Dott.ssa Isabella Vasile durante gli studi e le ricerche effettuate nell’archivio Storico Comunale in occasione della preparazione della sua testi di laurea lo ripropose – 15 anni dopo, nel 2009 – all’attenzione delle amministrazioni. Dopo un lungo iter per avviare il percorso di restauro – iniziato già sotto l’amministrazione Tabbò e proseguito negli anni delle giunte Guarnieri – il Sipario vede oggi nella giornata del 7 gennaio 2015 finalmente la sua inaugurazione e presentazione ufficiale.

RobertoMichels

Afferma il sindaco Giorgio Cangiano: «Il sipario arricchisce l’offerta culturale ai turisti e dimostra che se la politica lavora in continuità su interventi di pubblico interesse, poi consegue dei risultati positivi, come in questa vicenda dove ogni amministrazione ha svolto la sua parte per conseguire il risultato che oggi noi tutti possiamo ammirare. Inoltre – aggiunge il sindaco – il Sipario è posizionato in una Sala dove è visibile a tutti. Ho la fortuna di aver concluso un iter iniziato da altre amministrazioni. Vorrei ringraziare una persona che ha contribuito molto alla realizzazione di questo sogno, Lorenza Giudice della Fondazione de Mari. La sua presenza in Fondazione aiuta garantendo la cultura per il sostegno offerto a tante iniziative e aggiungerei che la Fondazione de Mari è un alleato importante», conclude Giorgio Cangiano.

Il vice sindaco Riccardo Tomatis, assessore alla Cultura, aggiunge: «il restauro è un lavoro portato avanti da tante amministrazioni che noi consegniamo alla città, forse noi ci possiamo prendere il merito per la collocazione del Sipario che è anche occasione per aprire le porte del comune a tutti. Un regalo di Natale che con il Concorso pianistico e con una parte delle audizioni fatte qui aveva un sapore davvero suggestivo e che ci ha fatto scegliere questa sala per esporlo».

Anche Alberto Passino, presidente del Consiglio ingauno con delega al Turismo, mostra tutta la sua gioia per questo nuovo elemento apportato all’offerta turistica e afferma: «sono molto contento e voglio davvero ringraziare tutti coloro che hanno lavorato a questo restauro, dalla dottoressa Isabella Vasile che ne ha fatto oggetto di una tesi come ricercatrice a Nizza e che oggi ci ha raccontato tutta la storia del ritrovamento, alla Sovrintendenza che è qui rappresentata dal Dottor Franco Boggero e al restauratore, il dott. Cesare Pagliero che così magistralmente ci ha esposto nelle slide tutte le fasi del lungo e complesso restauro, alla famiglia Costa».

Ultima revisione articolo: