Uffici postali, Bruzzone: “disagi e disservizi a Stella”

Francesco Bruzzone, Consigliere Regionale della Lega Nord, ha presentato Francesco Bruzzone 02una interrogazione con risposta scritta al Presidente della Regione Liguria Claudio Burlando e alla sua Giunta avente come oggetto “disagi e disservizi causati dalla attuale organizzazione degli uffici postali nel Comune di Stella – ipotesi di ulteriori tagli”.

“Il Comune di Stella supera abbondantemente i tremila residenti ed è articolato in almeno cinque importanti frazioni. Allo stato attuale, sono funzionanti un ufficio postale aperto a giorni alterni in frazione San Martino, con un dipendente, e un ufficio postale in località Rovieto con due dipendenti: tale servizio è complessivamente insufficiente a soddisfare le richieste in modo particolare nei cosiddetti giorni di scadenza”, afferma l’esponente del Carroccio. “L’unico ufficio postale funzionante a tempo pieno è ubicato sulla strada statale per Sassello – Acqui Terme, e quindi offre servizio a un bacino ben più ampio rispetto ala territorio del Comune di Stella”.

“Dal momento che giungono voci tese a ipotizzare ulteriori riduzioni del servizio oltre a quelle già avvenute in passato, e ritenuto che tale ipotesi determinerebbe un disservizio insostenibile. Anzi, per la posizione strategica dell’ufficio postale di località Rovieto, sarebbe auspicabile un incremento dell’attuale personale. Per questo motivo, ho presentato una interrogazione al Governatore Burlando e alla sua Giunta perché si occupino della questione. Per quali motivi sono stati eliminati gli uffici postali precedentemente esistenti in altre frazioni? Risponde a verità l’ipotesi di ulteriori tagli al servizio postale nel Comune di Stella? La Regione non ritiene opportuno far fronte ai tagli già avvenuti incrementando il personale operante presso l’ufficio di località Rovieto?”, conclude il Consigliere Regionale Francesco Bruzzone.