Finale Ligure: Percorsi sonori con il Recital del pianista tedesco Martin Münch

Domenica 7 dicembre alle ore 17, presso l’Auditorium di S. Caterina a MunchFinalborgo, si terrà il penultimo appuntamento della decima stagione musicale della città di Finale Ligure “Percorsi Sonori”, organizzato dal Comune e dalla Biblioteca Mediateca Finalese in collaborazione con l’Associazione Musicale Terzo Rigo. Si tratta di un recital del pianista tedesco Martin Münch, che propone un intenso concerto dal titolo “Liberi pensatori musicali” con il quale intende rispondere alla domanda “L’impressionismo espressivo è morto?”.
“No – dichiara l’artista – anch’oggi ci sono ancora (pochissimi) compositori, che hanno il coraggio di opporsi contro la dittatura estetica totalitaria dell’avanguardia. La mia posizione estetica è basata su una confessione alla evoluzione della tradizione nei nostri tempi – invece di tanti rivoluzioni e rotture di ogni convenzione senza esito costruttivo”.
Nel programma l’agnostico Münch confronta due brani suoi recenti e importanti con i compositori più rilevanti dell’impressionismo francese, l’ateo Ravel e il panteista Debussy. “Non è necessario essere ‘credente’ per creare musiche forti e allo stesso tempo espressive, comunicative e umane”. Nella sua scelta musicale, il pianista-compositore presenterà delle danze orchestrali sul pianoforte: Bolero e La Valse di Ravel come anche i famosissimi balletti, Danse (conosciuto nella orchestrazione di Ravel) e Khamma di Debussy, e le proprie raccolte di danze storiche “Suite antique” e di Valzer “Valses sentimentales”. L’ingresso è libero.

Martin Münch introdotto allo studio del pianoforte da Wilfried Althammer, completa la sua formazione pianistica presso il conservatorio di Magonza, dove si diploma brillantemente sotto la guida di Monica von Saalfeld. Frequenta in seguito varie master class tra cui i Ferienkurse di Weikersheim, e i corsi estivi per musica contemporanea di Darmstadt. A Francoforte, la sua città natale, segue i corsi di composizione tenuti dal Prof. Hans-Ulrich Engelmann, mentre nel 1992 si diploma sotto la guida di Wolfgang Rihm presso il Conservatorio di Karlsruhe. Da allora svolge un’intensa attività pianistica e compositiva che l’ha portato a esibirsi in 27 paesi, tra cui Germania, Belgio, Gran Bretagna, Olanda, Spagna, Portogallo, Italia, Ungheria, Giappone e Stati
Uniti. Ha composto 45 brani per pianoforte, musica da camera e opere per orchestra. Nel 2009 è risultato vincitore del 1° premio per la sua firework-ouverture al concorso “Pyromusikale” di Berlino.Tra i successi della sua copiosa produzione compositiva, si annoverano anche la Rapsodia per clarinetto e pianoforte eseguita nel teatro Colon di Buenos Aires, nonché i due concerti per pianoforte e orchestra, eseguiti nel 2004 e nel 2008. Alcune sue opere sono state trasmesse dalle radio” Südwestfunk Mainz”, “Süddeutscher Rundfunk”, dalla televisione “Südwestfunk” e dalla televisione nazionale bulgara. Attualmente è docente di pianoforte presso l’università di Bamberg, e dal 1994 insegna Musicoterapia nella città di Weinsberg, nei pressi di Heilbronn.