Soccorso gheppio a Orco Feglino; Enpa savonese protesta: siamo isolati e nessuno ci aiuta

Un giovane gheppio in difficoltà, avvistato da alcuni turisti in passeggiata gheppio orcofeglinonei boschi di Orco Feglino, è stato soccorso dai volontari della Protezione Animali savonese. Il volatile verrà visitato da un veterinario specialista in rapaci e, dopo le cure, verrà rimesso in libertà nella zona del ritrovamento. Tra spese di recupero, parcella veterinaria, medicinali e cibi speciali, il costo dell’intervento ammonta a circa 200 euro.



«Una spesa non indifferente per un’associazione onlus che non ha mai avuto finanziamenti statali e da due anni non riceve contributi dalla Provincia, cui spetta per legge il soccorso, e neppure aiuti da animalisti o associazioni ambientaliste e animaliste» è il quotidiano e incessante lamento dell’Enpa savonese: «Per dare l’idea dello sforzo economico ed organizzativo cui è sottoposta l’ENPA basti ricordare che nel solo mese di giugno sono stati soccorsi e curati in provincia 381 animali selvatici, mentre a luglio sono già 295. Il tutto nel silenzio delle istituzioni pubbliche; unico apprezzamento da parte dei tanti turisti sensibili ai quali la vista di un animale selvatico bisognoso di cure rovinerebbe le vacanze e che solo l’impegno dei volontari dell’ENPA impedisce che ciò avvenga; ma questo neppure importa alla maggioranza degli operatori turistici, soprattutto i gestori di stabilimenti balneari infastiditi dai gabbiani in spiaggia; e l’appello dei volontari per avere la disponibilità di un mezzo per soccorrere i selvatici nell’albenganese è andato miseramente a vuoto».



Ultima revisione articolo: