Albenga, Boscaglia: 20 alberi di Via Leonardo da Vinci sono un rischio elevato per le persone e vanno sostituiti

Albenga. Il consigliere delegato Manlio Boscaglia aveva già paventato ad Alberoun primo accertamento, la possibilità che tra i 35 alberi di via Leonardo da Vinci, ci potessero essere alcuni tigli, purtroppo destinati alla sostituzione, ma non poteva prevedere che la situazione fosse ben più seria. Afferma il consigliere delegato Manlio Boscaglia: “Il comune di Albenga ha commissionato una prima perizia a tecnici agronomi per ottenere il massimo delle informazioni tecniche. Le conclusioni della perizia arrivate parlavano chiaro”. Scrivono infatti i tecnici: “tutti gli esemplari indagati presentano alterazioni del legno, causate da potature inadeguate verificatesi negli anni. Da tagli mal fatti, eseguiti su individui vecchi, sono entrati funghi cario geni che hanno portato formazioni di carie estese con presenza di cavità e carpofori”.

Dalle analisi eseguite è emerso che su 35 piante indagate ben 20 sono malmesse e pericolose per rischio caduta sui passanti, al punto che nessun intervento di messa in sicurezza sarà possibile. Il taglio e la sostituzione con la messa a dimora di nuove piante si rende quindi necessario anche per evitare la propagazione alle restanti piante, ancora recuperabili di infestazione da funghi cario geni”. Drastica la sentenza dei periti: “questo stato pregiudica ogni intervento di messa in sicurezza , possibile solo con interventi molto drastici di capitozzatura”.

Afferma Manlio Boscaglia: “in concerto con il sindaco Giorgio Cangiano – per scrupolo – abbiamo deciso e ordinato una nuova perizia ad un altro tecnico , ma l’esito è identico. I tigli non sono recuperabili e vanno sostituiti. Dobbiamo procedere a tutela dei cittadini, da martedì inizieranno le operazioni di sostituzione”.