Borghetto, Musica d’Autore: “Creûza de Mä” con Buttiero Zunino e Molteni

A Borghetto, seconda serata della rassegna Musica d’Autore giovedì 17 note musicali 00luglio – ore 21,30, Arena Cinema Vittoria – con l’esibizione di Elena Buttiero al pianoforte, Eliana Zunino alla voce e Ferdinando Molteni alla chitarra, voce e narrazione in Creûza de Mä. Un viaggio di musica e parole alla scoperta delle canzoni liguri di Fabrizio De Andrè. Il recital celebra i trent’anni di uno dei dischi più importanti della storia della canzone d’autore italiana. Uscito nel 1984, raccolse prima il consenso della critica e poi quello del pubblico. Fabrizio De André intraprese un tour per sostenerne le vendite, che ebbero uno straordinario successo. Nell’agosto di quell’anno, a margine di un concerto in Liguria, Faber rilasciò un’intervista rimasta per lunghi anni inedita. Ritrovata in modo fortunoso è stata pubblicata nel libro di Ferdinando Molteni e Alfonso Amodio Controsole. Fabrizio De André e Creûza de mä (Arcana).

Il recital propone, dunque, l’esecuzione intergrale dell’album (Creûza de mä, Jamin-a, Sidun, Sinàn Capudàn Pascià, A pittima, A dumenega, Da me riva) commentata dalle parole dello stesso Fabrizio tratte dal libro. Completano il concerto alcune canzoni di De André legate alla stessa atmosfera di Creûza de mä. Lo spettacolo ha debuttato in primavera con il patrocinio della Fondazione De André.

Anche questa serata avrà un fine benefico: protagonista sarà l’Associazione Projeto Corumbà Onlus, che si occupa di sensibilizzare i cittadini sulle tematiche della solidarietà sociale e dell’impegno civile, promovendo progetti di aiuto alle persone in difficoltà nelle periferie del mondo. Introduce la Dott.ssa Graziella Frasca Gallo.

Elena Buttiero musicista e insegnante; suona pianoforte, spinetta, arpa celtica e ghironda. Ha inciso due album con la formazione Birkin Tree (Continental Reel, A Cheap Present), due con il mandolinista Carlo Aonzo (Il mandolino italiano nel Settecento, Fantasia poetica) e uno con il trio Arethusa Consortium. Ha effettuato tournée di concerti in tutta Europa, negli Stati Uniti e in Canada. Ha di recente preso parte, come pianista, allo spettacolo Luigi Tenco. L’ultima notte diretto e interpretato da Roberto Tesconi. Ha scritto metodi di solfeggio e di didattica pianistica pubblicati dalle Edizioni Carisch. Con Ferdinando Molteni ha inciso Saluti dall’Italia.

Eliana Zunino ha partecipato a numerose rassegne e festival in Italia e all’estero (Inghilterra, Francia, Belgio, Spagna, Slovenia, Svizzera), ed ha tuttora un’intensa attività concertistica. Collabora attualmente come solista in formazione duo e trio con diversi musicisti. Ha recentemente cantato come ospite, insieme a Elena Buttiero e Ferdinando Molteni, presso la State University of New York at Stony Brook, Casa Italiana Zerilli-Marimò (New York University) e Saint Joseph’s University in Philadelphia. Dal 1998 è la voce dei Myrddin, con i quali ha inciso tre album: Ginevra (2001), Gli anelli (2003) e Il drago (2005).

Ferdinando Molteni ha pubblicato una ventina di volumi per case editrici come Vallecchi, Electa, Arcana. Ha scritto e scrive di cultura sul Secolo XIX di Genova, sul Foglio di Giuliano Ferrara e su Diario di Enrico Deaglio. Il suo ultimo saggio è Controsole. Fabrizio De André e Creûza de mä (Arcana). Per Massimo Ghini ha scritto il testo La strana morte di un cantautore (in onda su Raidue nella serie Delitti rock) e per Roberto Tesconi l’atto unico Luigi Tenco. L’ultima notte (De Ferrari Editore). Come musicista ha suonato musica tradizionale e canzone d’autore. Ha inciso un album con il trio Arethusa Consortium. Con Elena Buttiero ha inciso Saluti dall’Italia.