Emodinamica Santa Corona riapre 24 ore su 24; Melgrati: “Un grande successo di tutti i cittadini”

Durante il dibattito di questa mattina sull’interrogazione del Capogruppo di Marco Melgrati B1 00Forza Italia Marco Melgrati relativa al problema del blocco delle liste di prenotazione dell’ecografia al seno in diversi ospedali del Ponente ligure, l’esponente di Forza Italia ha riportato all’attenzione dell’Assessore alla Salute la questione della riapertura notturna dell’Emodinamica del Santa Corona. Spiega il Capogruppo di Forza Italia: “la notizia positiva della riapertura su 24 ore del reparto di Emodinamica del Santa Corona, Dea di II Livello, è un grande successo dei cittadini che con le loro firme hanno portato all’assunzione da parte di tutto il Consiglio regionale di una responsabilità importante relativamente alla apertura 24 ore su 24 di questo strategico reparto per la salute delle persone”.

Continua Melgrati: “dopo l’approvazione del documento votato da tutto il Consiglio regionale l’Assessore oggi su mia sollecitazione ha risposto che gli uffici stanno provvedendo all’assunzione di personale aggiuntivo necessario al funzionamento del reparto notte e giorno. È bene evidenziare che il reparto di Emodinamica era già sotto organico e l’assunzione di un’unità medica in più va a coprire una carenza acclarata che da tempo doveva essere integrata . La necessità oggi è che si faccia presto con le assunzioni previste perché con la stagione estiva forte è la necessità di rispondere alle esigenze non solo dei residenti ma anche dei tanti turisti che con la loro presenza di fatto fanno aumentare il livello di richiesta sanitaria” .

“Se questa fosse anche l’unica cosa che ho realizzato da Consigliere regionale, e non lo è, avrebbe da sola giustificato il mio impegno e la mia presenza in Regione. Voglio ringraziare in maniera particolare Ingrid Petani che dopo il dramma personale che l’ha colpita e la sua segnalazioni e con il suo aiuto mi ha portato a combattere e vincere questa battaglia di civiltà per il bene di tutti i cittadini del Ponente savonese”, conclude Marco Melgrati.