Andora, sindaco Demichelis respinge le critiche: “il nostro Consiglio Comunale darà pari diritto di discussione a tutti”

Il consiglio Comunale di Andora ha approvato ieri sera una modifica allo Mauro Demichelis 03Statuto che avvierà l’iter per l’istituzione della figura del Presidente del Consiglio Comunale. Una innovazione per il comune di Andora che vuol essere, nell’intenzione dell’Amministrazione Demichelis, anche il simbolo di un nuovo modo di concepire la politica, fatta di dialogo con la collettività, ma anche fra maggioranza ed opposizione.

“Io credo nel lavoro di gruppo, per questo voglio un Consiglio Comunale in cui ci sia un dialogo democratico e tutti abbiano pari diritti. Il Presidente del Consiglio Comunale sarà una figura di garanzia per tutti. Una garanzia che spesso in questi anni è mancata – spiega il sindaco Mauro Demichelis – Questa è una carica istituzionale che sarà a costo zero per una nostra precisa scelta. Basterebbe, infatti, ridurre gli emolumenti dei consiglieri per attribuire un compenso. Qui non si fa vecchia politica: la nostra è una proposta innovativa così come è stato riconosciuto dai consiglieri d’opposizione di Andora Domani che hanno espresso voto favorevole”.

Nel corso del consiglio comunale, il capogruppo di maggioranza Daniele Martino ha annunciato che sarà introdotta l’utilizzo delle PEC per la trasmissione ai consiglieri di tutti quegli atti che fino ad oggi erano notificati di persona tramite di il messo comunale.

“Importante novità nelle gestione del Consiglio comunale che abbatterà tempi e costi di comunicazione interna. Ogni consigliere avrà una sua casella di posta elettronica: tutte le pratiche relative al Consiglio e allo svolgimento dei suoi lavori saranno trasmesse dagli uffici, al presidente ed ai consiglieri per via digitale utilizzando la PEC – ha annunciato il capogruppo di maggioranza Martino, esponendo in merito alla modalità di gestione a costo zero della figura del Presidente del Consiglio comunale. – Ma il vero risparmio per tutti i cittadini lo avremo in futuro limitando quelle spese legali che ieri in consiglio abbiamo dovuto riconoscere per cause perdute dalla precedente amministrazione ammontanti a 5800 euro”.

Fra gli altri punti all’ordine del giorno del consiglio del 25 giugno 2014, l’approvazione del Programma Triennale delle opere pubbliche 2014-2015-2016, approvata la bozza di convenzione costitutiva dell’ambito ATO Ovest Imperiese e il riconoscimento .

“Abbiamo creduto giusto chiudere l’iter di pratiche tecniche iniziate dalla precedente amministrazione – ha spiegato Mauro Demichelis – Avremo modo di variare alcuni inAterventi in futuro quando approveremo il Bilancio 2015 ed Piano Triennale delle Opere Pubbliche”.