I giovani dello Yepp incontrano i candidati sindaco, ma la Guarnieri strumentalizza l’incontro

fotdgruppoyepp

[ M C ] – Giornata importante per i candidati a Sindaco delle amministrative del 25 maggio. Dopo un lieve ritardo, dovuto a intoppi burocratici, ieri pomeriggio è stato sorteggiato il posizionamento nelle schede elettorali. Nel pomeriggio, invece,  su invito dei giovani dello Yepp, i ragazzi hanno presentato ai candidati sindaco il loro progetto, mostrando il lavoro fatto dal 2007 ad oggi.

Quello con lo Yepp doveva essere un incontro semplice, per far conoscere le iniziative del gruppo: i giovanni  hanno fatto visionare i filmati video girati, per dimostrare quanto stanno facendo sul territorio per le politiche giovanili, in piena autonomia. Lo Yepp riceve dalla compagnia di San Paolo un contributo di euro 40/50 mila euro,  a seconda del progetto presentato, mentre  il ruolo del  Comune di Albenga è quello di elargire un piccolo cofinanziamento, con cui si impegna a pagare e a nominare il coordinatore e il ricercatore,  figure di cooadiuvamento delle attività del gruppo.

Erano presenti i candidati Sindaco Ivano Corallo, Giorgio Cangiano, Davide Milani,  Pier Giorgio Giraldi e Rosy Guarnieri. Per il M5stelle erano presenti anche Marco Badoino e Giovanni Magaletti; per la Guarnieri,  Porro, Ciangherotti, Lugani, Gabriele, Marcinò; Camilla Vio con Cangiano e insieme a  Davide Milani, i due candidati  Farouk ed Erika Crespiani.

La sorpresa di quello che nei fatti doveva essere un semplice incontro per presentarsi ai politici? Nei fatti è  divenuto oggetto di strumentalizzazione da parte della candidata Guarnieri. Lo yepp, infatti, non solo non è un’iniziativa nata dalla giunta Guarnieri, ma arriva grazie ad Alfonso Salata nel 2007 , sotto l’amministrazione Tabbò. Salata,  con la legge mancia e l’appoggio del ministro Roberta Pinotti, allora sottosegretario, aveva captato uno dei contributi più alti in Italia. Il centro giovani si doveva realizzare nel cinema Astor e lo Yepp doveva essere il fruitore del contributo di 500.000 euro. Il gruppo è finito invece in una stanza condivisa con 5/6 associazioni, sotto i portici dell’ex Pretura,  a sinistra del centro anziani. I soldi sono stati  spesi per fare il tetto del cinema Astor e mettere in stabilità l’edificio. Nel 2007, quando arrivò il finanziamento,  l’allora esponente dell’opposizione Rosy Guarnieri bollò con tono sprezzante la scelta del Cinema Astor come sede del gruppo Yepp, bollandoli come fossero una sorta di Centro Sociale Leoncavallo, da tenere a distanza dal centro città.

Oggi si dice favorevole a qualunque proposta, dalla dotazione di un pulmino, a una sede più idonea. Ma evitare strumentalizzazioni era ed è lo spirito con cui i giovani hanno invitato tutti i candidati Sindaco e tutti, tranne la Guarnieri, avevano compreso lo spirito dell’invito. Da qui la sorpresa: tutti oggi hanno stigmatizzato l’intervento della Guarnieri e il suo tentativo di mettere il cappello sull’incontro avvenuto ieri. Afferma Giorgio Cangiano: “Siamo andati tutti all’incontro con lo spirito giusto, di ascolto; l’intento da parte di tutti era quello di ascoltare i ragazzi. Si è  creato subito un clima  e uno spirito gioioso e abbiamo fatto anche una partita a calcetto- continua Cangiano – poi i ragazzi hanno offerto un piccolo rinfresco”. “Era una bellissima iniziativa e non vedo perché strumentalizzala, francamente noto una loro necessità di apparire a tutti costi”, conclude Cangiano, riferendosi alla Guarnieri. Un rimprovero corale, sottoscritto da tutti gli altri candidati Sindaco che hanno mostrato la loro contrarietà verso il comportamento dell’ex sindaco.

* nelle foto: partita a calcetto tra Cangiano e  Magaletti contro Giraldi e Capitelli, “guardalinee” Corallo e Milani. Vincono la partita Cangiano Magaletti.