Nel rifugio del Parco dell’Antola un corso di rianimazione e primo soccorso in montagna

Via, nel prossimo week end, a un corso di rianimazione e primo soccorso in camice bianco stetoscopio xG00montagna, nel rifugio del Parco dell’Antola. Da un anno, il rifugio montano è dotato di un defibrillatore per la rianimazione e il primo soccorso. Una iniziativa realizzata in collaborazione con l’Istituto cardiovascolare di Camogli e a Echoes Communications–Heartisine Italia.

Organizzato dal Centro di Formazione “New Life” di Rapallo (GE), con la collaborazione del Comitato C.R.I. di Vignole Borbera (AL), dell’Ente Parco Antola, della Sezione Ligure del C.A.I. e del Gruppo Escursionistico Busallese, con il patrocinio della Regione Liguria e il supporto dell’Istituto Cardiovascolare Camogli.

La due-giorni, sabato 12 e domenica 13 aprile, è finalizzata ad acquisire le conoscenze di base su come agire in situazioni di emergenza nell’ambiente montano, per soccorrere un infortunato e tentare di salvare una vita anche mettendo in atto semplici manovre di rianimazione cardio-polmonare (Basic Life Support) e con l’impiego di un defibrillatore – D.A.E. (Defibrillatore Automatico Esterno).

Il corso sarà aperto dal vicepresidente e assessore alla salute della Regione Liguria Claudio Montaldo e Antonio Crosa, patron dell’istituto Cardiovascolare di Camogli e i partcipenti riceveranno la certificazione finale Italian Resuscitation Council. Il corso è rivolto a tutti coloro che frequentano l’ambiente appenninico e in particolare ad istruttori ed accompagnatori, forze dell’ordine, guide naturalistiche, lavoratori e sportivi in quota (runners, MTB, NW, ecc.) ma anche a tutti gli escursionisti che possono trovarsi a dover fronteggiare un emergenza sanitaria. Per ogni informazione: cdf.newlife@yahoo.it