Uffici del Commissariato alassino, sindaco Canepa: strumentale raccolta firme di Progetto Alassio

“Con la raccolta firme contro la chiusura degli uffici del Commissariato di Enzo CanepaAlassio organizzata da Progetto Alassio si persevera nel strumentalizzare politicamente tematiche delicate che vanno affrontate solo attraverso un’opera di concertazione e condivisione con tutte le parti interessate”. Così replica il sindaco Enzo Canepa all’iniziativa portata avanti dal gruppo di minoranza.

“Iniziative unilaterali e circoscritte alla Città di Alassio non possono evidenziare le numerose problematiche e i danni che emergerebbero qualora fosse portata avanti questa volontà di chiusura per un intero comprensorio che non si limita alla nostra Città ma si estende ben oltre interessando un comprensorio che vanta oltre 200 mila presenze”.

“È indubbio che questa Amministrazione si è tempestivamente attivata nel mettere in atto tutto quanto necessario per impedire che scelte scellerate possano essere portate avanti ma non ha intrapreso iniziative plateali e goliardiche che, in tali circostanze, possono solo danneggiare e non portano ad alcun risultato. Numerosi sono stati gli incontri con le parti interessate e positivi i riscontri nel prossimo Consiglio Comunale verrà portato al primo Punto dell’ordine del giorno questo tema con una delibera che è stata condivisa e ha ricevuto il consenso di coloro che insieme a noi stanno portando avanti questa battaglia in silenzio ma con grande incisività. Si auspica quindi che vengano evitate, per il futuro, iniziative finalizzate al solo apparire che non servono a nulla e, spesso purtroppo, vanificano tutto il lavoro fatto dalle parti interessate”, conclude il sindaco Canepa.