Andora, dissequestrati uffici; sindaco Floris: “Per i danni subiti da stop ferrovia ci tuteleremo in tutte le sedi opportune”

Torna alla normalità l’operatività degli Uffici Tecnici del Comune di Franco Floris fascia x 2012 02BAndora. A pochi giorni dal dissequestro dell’Ufficio Ambiente, ieri è stato notificato dalla Procura un provvedimento con cui sono stati dissequestrati la Sala Consigliare, dove erano stati trasferiti i numerosi fascicoli al vaglio degli investigatori e l’Archivio del Comune.

“Naturalmente continueremo a dare la nostra massima disponibilità alla Procura che sta verificando le responsabilità in merito alla cause che hanno provocato la frana che il 17 gennaio ha investito l’intercity 660 – annuncia il sindaco Franco Floris – ma siamo lieti che gli uffici stiano tornando alla piena operatività perché fra le nostre priorità c’è quella di garantire i servizi ai cittadini”.

Sul fronte delle responsabilità e dei danni subiti da Andora, ieri il primo cittadino ha incontrato i legali per fare una valutazione generale.  “Abbiamo fatto il punto sulla situazione provocata dall’interruzione della linea Genova- Ventimiglia per un così lungo periodo – spiega Floris – ed abbiamo deciso di tutelarci in tutte le sedi opportune”.

Soddisfazione piena per l’apertura dell’Aurelia all’altezza di Capo Mele e per il ripristino della circolazione ferroviaria: “Finalmente usciamo dall’isolamento che ha provocato così tanti disagi ai nostri cittadini e a coloro che per lavoro e studio si spostano su questa tratta del Ponente” conclude Floris.