Albenga: a Palazzo Scotto Niccolari la storia di Samuele Colombo

di Claudio Almanzi – Un libro per ricordare Samuele Colombo. È quello samuele22Albengache sarà presentato domani sera (alle ore 17 e 30) a Palazzo Scotto Niccolari ad Albenga. Sarà presente Antonietta Biagiotti l’autrice di “Mamma scrivila tu la mia storia”. Si tratta della storia cruda e commovente della malattia e della morte di un giovane ragazzo di Zuccarello, Samuele Colombo. Il libro scritto dalla madre narra il dramma del ragazzo, della sua tragica Via Crucis e della sua fine luminosa.

Attraverso le parole della madre il volume presenta la vita di un giovane con grandi passioni sportive: il ciclismo e il motociclismo, vissute fino all’ultimo. Il libro ha riscosso già molto interesse nazionale: è già stato letto da Papa Francesco, c’è stato un passaggio su Striscia la Notizia e recentemente è uscito un articolo sulla rivista Effe. La Biagiotti presenterà prossimamente il suo libro anche a Roma negli studi di TV2000. Parte del ricavato della vendita del volume (giunto già alla terza edizione) è andata e andrà all’UGI (Unione Genitori Italiani) una associazione di Torino che gestisce una struttura magnificamente attrezzata volta all’accoglienza di famiglie con bambini con problemi oncologici e curati all’Ospedale Regina Margherita di Torino.

I fondi raccolti contribuiranno alla donazione di un appartamento gratuito per un anno da destinare a famiglie che non possono permettersi di contribuire agli ingenti costi (http://www.ugi-torino.it/casa-ugi.html ). “Mamma scrivila tu la mia storia” di Maria Antonietta Biagiotti, è il tentativo di una madre, attraverso il racconto, di ricordare il figlio morto prematuramente a soli 25 anni. Samuele, figlio di Ugo Colombo, assessore all’Edilizia ed allo Sport del Comune di Zuccarello. era un ragazzo in gamba, che apparteneva ad una famiglia molto stimata e conosciuta e lui stesso era molto noto per i suoi trascorsi sportivi e per l’impegno profuso in campo sociale e nel volontariato. Quando la malattia lo ha colpito tutti hanno potuto vedere come Samuele abbia saputo affrontarla illuminato dalla Fede: “Era molto sereno- ci ha raccontato di lui con commozione il sindaco Angelo Mai- Sembrava quasi illuminato da una forza più grande ed ha tenuto sempre un comportamento ammirevole che ha commosso tutta la nostra comunità”.

Samuele era stato un giovane campione di ciclismo a livello giovanile. Per alcuni anni ha inanellato decine di vittorie sulle strade della Liguria, con la maglia dell’Unione Ciclistica Alassio. Dopo il ciclismo la sua grande passione sono stati poi i motori. Ha corso infatti ed ottenuto brillanti risultati nelle principali piste motoristiche della penisola, dedicandosi nel tempo libero, nella sua officina a Zuccarello, e con grande impegno, proprio ai motori.