Italia-Francia marittimo 2014-2020, Liguria protagonista all’Isola d’Elba con i progetti Circumvectio e Nectemus

Savona / Genova. Liguria protagonista domani, giovedì 13 giugno, a Portoferraio (Isola d’Elba) per il convegno “Traffico di passeggeri e merci nel Mediterraneo Occidentale: le isole come laboratori di intermodalità per lo sviluppo sostenibile”. Incontro che sarà occasione di tracciare un bilancio con i risultati dei progetti europei Circumvectio e Nectemus, finanziati dal Programma Italia-Francia Marittimo 2014-2020. I due programmi, ciascuno con 700 mila euro di dotazione e di durata pari a 31 mesi, hanno sviluppato studi originali in materia di traffico merci e di trasporto passeggeri nell’area di cooperazione che comprende Liguria, Corsica, Sardegna, alta Toscana e Région Sud. 

Esprime soddisfazione l’assessore regionale con delega ai Porti Andrea Benveduti: “Il pregio principale di questi studi è quello di aver individuato ai problemi della logistica e del traffico passeggeri, soprattutto quello dei traghetti, soluzioni immateriali: dalla e-platform di Circumvectio, che esprime un potenziale che speriamo gli operatori vorranno cogliere, alla carta dei servizi per i traghettisti, proposte meno costose di interventi infrastrutturali e realizzabili in tempi assai brevi. La Regione Liguria è leader dell’Economia del mare, ma permangono ancora margini di miglioramento, e questi progetti danno un contributo per colmarli”. Il convegno si orienterà a prospettare i vantaggi dei risultati di progetto anche a favore della dimensione insulare, caratterizzata da limitazioni oggettive che possono essere però attenuate da servizi più efficaci, sostenibili e orientati alla persona.