Ceriale, Consiglio comunale: via libera alla variazione di bilancio; opere per 2,7 mln di euro

Ceriale. Via libera da parte del Consiglio comunale di ieri sera a Ceriale alla variazione di bilancio che provvede di stanziare le somme dedicate agli investimenti per la realizzazione delle opere pubbliche che dovranno partire nei prossimi mesi. In tutto sono due milioni e settecentomila euro, importanti risorse spendibili grazie agli avanzi di amministrazione. Tra le principali opere previste: il rifacimento del tratto di passeggiata a mare tra il pontile e rio San Rocco, con il completamento degli interventi per le aree dell’ex cantiere navale, il rifacimento di “Parco Sasso” e piazza XXV Aprile, la manutenzione straordinaria del pontile e di alcuni edifici comunali, oltre alla risistemazione del campo sportivo e da tennis.

Si è poi provveduto a deliberare la disciplina urbanistica per il recupero a fini abitativi dei sottotetti, in applicazione dell’articolo 7 della legge 24/2001. L’introduzione della specifica normativa regola il recupero dei sottotetti e degli altri locali all’interno di edifici esistenti tra il 6 settembre 2001 e il 29 novembre 2014, in aggiornamento alla normativa precedente. “Obiettivo dell’amministrazione comunale, oltre alla valorizzazione e riqualificazione del patrimonio edilizio esistente, è quello di limitare il consumo di nuovo territorio e favorire la messa in opera di interventi tecnologici per il contenimento dei consumi energetici. Gli interventi medesimi saranno limitati nelle zone di particolare suscettibilità paesaggistica e ambientale” ha affermato il sindaco Luigi Romano nel corso della seduta del parlamentino cerialese. Modifiche importanti sono state apportate ai regolamenti per la concessione di spazi ed aree pubbliche e delle aree ecologiche condominiali al fine di rendere più corretto ed efficiente il servizio di raccolta dei rifiuti. È stata infine approvata la delibera di proposta di accorpamento, sulla scia di quanto già approvato dal Comune di Borghetto Santo Spirito, dei plessi scolastici di Ceriale con l’Istituto Comprensivo Val Varatella, nell’ambito del piano di dimensionamento scolastico discusso in sede provinciale e regionale: “Le ragioni che hanno portato le amministrazioni di Ceriale e di Borghetto Santo Spirito ad avanzare questa proposta agli uffici scolastici della Regione, risiedono principalmente nel fatto che i due territori hanno problematiche gestionali simili e più omogenee rispetto a quelle che invece potevano accomunare Ceriale ed Albenga” ha evidenziato ancora il primo cittadino cerialese.

Tutti gli argomenti trattati in Consiglio erano stati precedentemente oggetto di valutazione da parte delle competenti commissioni consiliari, con un costruttivo apporto dei consiglieri di minoranza e, nel corso dello stesso consiglio, sono stati apportati emendamenti ritenuti utili al miglioramento dei provvedimenti deliberati. A conclusione della seduta i consiglieri di opposizione D’Acunto e Moreno hanno espresso soddisfazione per il clima di collaborazione che, pur nel rispetto dei rispettivi ruoli, si è instaurato nel rapporto tra le varie componenti amministrative. Il sindaco Romano ha ringraziato le minoranze per la corretta interpretazione del ruolo “che vede come primo interesse degli amministratori i cittadini e la comunità”, ribandendo ancora l’impegno ad incrementare, se possibile, la collaborazione con i rappresentanti di minoranza.