Myplant e Garden, la Liguria sfiora il 30% del mercato nazionale delle piante e dei fiori

Savona / Milano. La Liguria, presente con 16 espositori sui 730 in fiera, vale il 29,4% del mercato nazionale delle piante e dei fiori, e lo 0,4% del mercato vivaistico. Un giro di affari che supera i 340 milioni di euro alla produzione regionale, concentrata al 95% nelle province di Imperia (3.200 aziende) e Savona (1.000 aziende). Liguria sugli scudi per la quinta edizione di Myplant (20-22 febbraio, Fiera Milano Rho), il Salone professionale del verde, tra i più importanti nel mondo. 730 le aziende nei padiglioni da Europa, Asia, Africa e Americhe, a formare una mega-serra di 45.000 mq in cui i protagonisti sono fiori, piante, vasi, prati, alberi, macchinari, edilizia green e accessori per la filiera verde. Oltre 200 le delegazioni di buyer ufficiali da 4 continenti.

Il valore della produzione italiana di fiori e piante, in crescita (+3,6%), è stimato in 2,54 miliardi di euro, pari al 4,6% della produzione agricola italiana a prezzi di base. A questi dati si aggiungono le quote derivanti da vasi (173 mio euro), terricci (26,5 mio euro) substrati (67 mio euro), superando i 3 miliardi euro.

Boom delle esportazioni del prodotto verde italiano, + 10% nel 2017: toccato il record storico di 822 milioni di euro di vendite all’estero. Anche l’inizio del 2018 ha confermato questo trend: a gennaio le esportazioni sono cresciute del 21,5%.

Tra le curiosità a Myplant, la sport arena col CONI e FIGC, il comparto dedicato alle start-up più innovative del verde, i giochi a squadre dei boscaioli, le dimostrazioni di motorgarden, i decoratori floreali delle cerimonie in Vaticano, i contest coi maestri fioristi da USA, Europa e Asia, l’anteprima mondiale dei trend floreali 2019-2020, i frutti più antichi e le innovazioni più recenti, passerelle musicali (Morricone, Sinatra, Modugno, Freddy Mercury Vivaldi…), haute couture con stilisti e flower master, 3 cerimonie nuziali, le ciclovie superdrenanti e luminescenti, le nuove ibridazioni botaniche, punti vendita giardinaggio del futuro, premio internazionale eccellenze del settore orto-floro-vivaistico, ricerche di mercato, ulivi secolari, bonsai mastodontici, fiumi di fiori, cactus monumentali, foreste urbane, bio-acceleratori e propagatori di crescita vegetale, vasi ecosostenibili e biodegradabili, smart garden per la casa, verde verticale domestico e urbano, pavimentazioni, attrezzi per orto e giardino studiati per le donne, insetticidi biologici, macchinari eco e wifi per il giardinaggio, nuovi fiori e piante brevettati (scabiosa, poinsettia, gravillea, echinacea, rosa, osteospermum…) nuvole di tillandsia, vasi da parete, rose super-resistenti, la melanzana importata da Marco Polo, l’eco sauna da giardino voluta da David Beckham, e poi droni, sensori, software domestici e professionali, idroponica e aeroponica, tracciabilità e sicurezza alimentare, orti gourmet per condomini e garden bistrot per garden center, il Cymbidium della Pasqua in Vaticano…

   Invia l'articolo in formato PDF