Ue, Benifei: respinto il cosiddetto pacchetto mobilità

Savona / Bruxelles. Buone notizie per i lavoratori del settore dei trasporti su strada: il Parlamento UE ha nuovamente respinto il cosiddetto pacchetto mobilità a seguito del voto in Commissione Trasporti sulle proposte di modifica ai regolamenti contenenti norme sui tempi di guida e di riposo di camionisti e autisti di autobus e le norme sul distacco internazionale. Approvata invece la relazione sul cabotaggio.

“I testi di compromesso – dichiara l’eurodeputato Brando Benifei (Pd) –, frettolosamente presentati al voto della commissione Trasporti per adattarli al pessimo accordo raggiunto il 4 dicembre scorso al Consiglio Trasporti dei Ministri UE, sottoscritto, neanche a dirlo, anche dal Ministro Toninelli, sono stati rigettati dagli europarlamentari, come fortemente richiesto dalle forze sindacali del settore impegnate in un’importante mobilitazione nazionale in questi giorni e in linea con quanto è stato il mio lavoro sul tema in commissione Occupazione e Affari Sociali”.

“Ancora una volta, il Parlamento Europeo ascolta le ragioni dei lavoratori che si sono mobilitati in Italia e in Liguria e si schiera dalla parte dei cittadini, respingendo una riforma che rischiava di peggiorare le condizioni di lavoro dei conducenti, ad esempio concentrando i tempi di lavoro nelle prime tre settimane del mese e creando un pericoloso sbilanciamento rispetto alle ore di riposo, con preoccupanti ricadute sulla sicurezza stradale di tutti i cittadini” conclude Benifei.

I sindacati hanno comunque confermato gli scioperi del 14 e 21 gennaio: “pur registrando una moderata soddisfazione per le misure non approvate dalla Commissione Trasporti del Parlamento europeo sui tre pilastri del Mobility Package, che riteniamo sarebbero devastanti per le condizioni di lavoro e sicurezza, il quadro resta molto negativo con profonde divisioni tra delegazioni nazionali e gruppi politici” hanno dichiarato in una nota congiunta Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl Fna.

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF