Si illumina il Natale di Andora, le manifestazioni

Andora. Ieri sera ad Andora il concerto delle 300 voci bianche degli alunni delle scuole di Andora e di Molino Nuovo ha accompagnato l’accensione del grande Albero di Natale alto 15 metri, installato fra via Clavesana e piazza Santa Maria è delle luminarie cittadine. Il suggestivo evento che da quattro anni a questa parte coinvolge le famiglie di Andora, ha dato il via al ricco calendario di manifestazioni natalizie e alla distribuzione del nuovo numero del giornalino comunale “L’Informatore Andorese” che contiene il calendario degli eventi del 2019.

Il Calendario degli eventi dicembre 2018 e gennaio 2019 di Andora

Domenica 9 dicembre – 22esima edizione della Fiera del Vino – Un tour di sapori tipici con i produttori della Valmerula, della Liguria, del Piemonte e della Lombardia.

Sabato 15 dicembre, alle 18.30, nella cappella di Palazzo Tagliaferro, inaugurazione della mostra fotografica “Tra foto e poesia” di Veronica Caprarella e Fabio Peutet Salsone, a cura dell’Ass. CIE Contemporary.

Martedì 18 dicembre – Ufficio posta di Babbo Natale, aperto in viale Roma, dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalla 14.30 alle 17.30.

Venerdì 21 dicembre – Alle ore 21.00, nella Chiesa Cuore Immacolato di Maria, il Concerto di Natale con il Coro di Andora in favore della Croce Bianca di Andora, a cura dell’Associazione Culturale Amusando.

Sabato 22 dicembre, dalle 16 alle 18.30, nelle vie del Centro, animazione natalizia itinerante con l’Equipage Ambassadors Dixie & Street Parade.

Domenica 23 dicembre, dalle 15.30 in viale Roma, animazione con il dj Ricci.

Lunedì 24 dicembre, in località San Pietro, ritorna il Presepe vivente della Parrocchia S. Giovanni vivente – della S. Pietro.

Lunedì 24 dicembre – Apertura del grande Presepe della Parrocchia di Santa Matilde in occasione della Santa Messa di mezzanotte. Saranno presenti gli Alpini del Gruppo Val Merula con il vin brulè. Il Presepio sarà aperto dal 25 Dicembre fino al 6 gennaio al mattino dalle 10:30 alle 12:00 e dalle 14:30-17. Sabato e domenica dalle 12 alle 13 e dalle 19 alle 20 gennaio.

Mercoledì 26 dicembre – Dalle 16.00, in viale Roma spettacolo di magia con il mitico Mago Gentile

Giovedì 27 dicembre – Dalle 17 alle 19, in viale Roma, canzoni natalizie con il Christmas Acoustic Quartet. Sempre nel pomeriggio, a Palazzo Tagliaferro, alle ore 17.30, inaugurazione della mostra “Natura altera” di Pina Inferrea e alle 18.00 della mostra “Light Seeds” di Nino Alfieri a cura dell’Associazione CIE Contemporary.

Venerdì 28 dicembre – Alle 17.30, a Palazzo Tagliaferro, nuovo appuntamento con la rassegna “Storie Andoresi” dal titolo “Il Balun – 55 anni di Pallapugno”. Appuntamento dedicato alla storica squadra di pallapugno Don Dagnino di Andora: si ricostruirà la storia delle più antica associazione sportiva di Andora, attraverso i ricordi dei campioni di ieri e di oggi.

Sabato 29 dicembre – Sarà lo scrittore Andrea G Pinketts a fare da padrino, sabato 29 dicembre, alle ore 16.00, a Palazzo Tagliaferro della presentazione del nuovo thiller di Paola Barbato “Io so chi sei” ed. Piemme. Una sorta di anteprima del Festival del Noir che porta ad Andora una scrittrice di grande talento, sceneggiatrice di fumetti, tra cui Dylan Dog, ha scritto e co-sceneggiato per la Film master la fiction Nel nome del male, con Fabrizio Bentivoglio. Si tratta di uno degli appuntamenti natalizi della Rassegna Sguardi Laterali, condotti da Christine Enrile.

Sabato 29 dicembre – Concerto dei Libero Arbitrio, in via Roma alle ore 17.00. Viaggio musicale con i grandi successi degli anni ’70.

Tutti i giorni, dal 29 al 31 dicembre, dalle 16 alle 17, Baby Dance in viale Roma

30 dicembre – Anteprima “Un mare di Musica” seconda edizione della Rassegna Musicale con la direzione artistica di Nando Rizzo, ore 16.30, sotto il Grande Albero di Natale di Andora.

30 dicembre – Concerto per organo e trombone nella Chiesa di Santa Matilde, alle ore 15.00. Protagonisti Roberto Velo al trombone e Tiziana Zunino all’organo.

1° gennaio 2019 – Cimento invernale, alle ore 11.00, sulla spiaggia di levante di Andora, con la conduzione di Gianni Rossi. Nel pomeriggio, musical dal vivo in viale Roma alle ore 16.00.

Da giovedì 3 a sabato 5 gennaio, dalle 16.00 alle 17.00, Baby dance in viale Roma

Da giovedì 3 a domenica 6gennaio, in viale Roma, il Villaggio Natalizio a cura dell’ASD Gabbiano Sport.

Mercoledì 2 gennaio, alle 17 “La Corrida” in Viale Roma, spettacolo di dilettanti di talento allo sbaraglio.

Da giovedì 3 a domenica 6 gennaio, al Palazzetto dello Sport, la prima edizione del “Torneo Invernale Valmerula” di calcio giovanile, organizzato dall’ASD Area Calcio Andora.

Giovedì 3 gennaio, alle ore 17.00, Teatro a Palazzo Tagliaferro a cura dell’Ass. CIE Contemporary.

Venerdì 4 gennaio, alle ore 21.00, nella Chiesa Cuore Immacolato di Maria, Concerto natalizio di musica sacra a cura della Croce Bianca.

Venerdì 4 gennaio alle ore 17.00, a Palazzo Tagliaferro, concerto per trombone, barocco e clavicembalo con Francesco Verzillo e Mauro Borri.

Sabato 5 gennaio Mercatino del Contadino di prodotti agricoli km zero dalle 9 alle 13.00, in piazza Caduti di Nassiriya.

Sabato 5 gennaio – Ore 14.00 “La Befana vien dal Mare” nel porto turistico di Andora- Arrivo della Nonnina sulla banchina. Caramelle e soprese per i bimbi. Evento a cura del Circolo Nautico Andora.

Il 6 gennaio 2019, dalle 15.00 alle 18.00, in località Duomo, ritorna l’atteso appuntamento con il Presepe Vivente a cura dell’Associazione Andora Più. La Borgata Duomo di Andora torna ad animarsi con i più di 100 figuranti del Presepe Vivente che dalle ore 14.30, del 6 gennaio 2019, trasforma il caratteristico abitato, dai muri in pietra, in una piccola Betlemme. Organizzato dall’Associazione Andora Più, con le Parrocchie di San Pietro e San Giovanni, la rappresentazione della Santa Natività anima le cantine e i vicoli che saranno aperti per l’occasione. L’evento, visitato ogni anno da migliaia di visitatori, è a ingresso è libero. Bastano pochi passi e il pubblico è subito coinvolto da un viaggio nel passato, complice l’architettura tipica ligure del borgo, arroccato su una collina di uliveti. Nelle cantine e nelle piazze, rivivono gli antichi mestieri come il calzolaio, il vasaio, l’arrotino, lo scalpellino, il maniscalco, il fabbro, il panettiere, il venditore di stoffe e il falegname, prima di giungere alla prigione sorvegliata dai centurioni che anticipa, la tappa del Censimento e l’ingresso nell’antro ove è rievocata la Natività. Come di consueto, la rappresentazione di conclude con atteso l’arrivo dei Re Magi, che portano i doni al Bambinello.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*