Sindaco Bucci Commissario straordinario alla nominato ricostruzione del Ponte Morandi. I commenti

Genova / Roma. Dopo settimane di attesa, il sindaco di Genova Marco Bucci ha oggi ricevuto dal Governo l’incarico di Commissario straordinario alla ricostruzione del Ponte Morandi. I commenti dei gruppi politici.

—I deputati liguri di Forza Italia Roberto Cassinelli, Roberto Bagnasco, Manuela Gagliardi e Giorgio Mulè: “Finalmente il governo ha preso una decisione. La scelta del sindaco Marco Bucci come commissario straordinario per la ricostruzione ricade su una persona che ha dimostrato sul campo grandi capacità. Era una scelta di buon senso che avrebbe dovuto essere fatta da subito. Finora il lavoro sinergico tra Comune e Regione, tra sindaco e governatore Toti, ha portato dei risultati straordinari in termini di tempo e di soluzioni per l’emergenza. Una decisione che doveva essere anticipata, ma questo governo a trazione pentastellata ormai ci ha abituati a continui dietrofront sulle questioni più delicate. Forza Italia e i parlamentari liguri sosterranno in ogni sede l’operato dei due commissari, Toti per l’emergenza e Bucci per la ricostruzione, e si impegneranno per modificare il decreto ampiamente insufficiente”.

—Franco Senarega, capogruppo regionale Lega Nord Liguria-Salvini: “manager capace e amministratore pubblico di buonsenso, da noi massima collaborazione”. “Entro i dieci giorni dall’entrata in vigore del decreto sulle urgenze Marco Bucci è stato individuato come Commissario straordinario alla ricostruzione del Ponte Morandi. L’annuncio formale della nomina da parte del presidente del Consiglio dei Ministri dovrebbe arrivare nelle prossime ore. I nostri migliori auguri di buon lavoro a questo sindaco che sta già cambiando la Città e ha dimostrato di essere persona seria, manager capace e amministratore pubblico di buonsenso. Da parte nostra, come sempre, ci sarà massima collaborazione nell’interesse dei genovesi e dei liguri”.

—Gruppo Pd Regione Liguria, Segreteria Pd Liguria, Gruppo Pd Comune di Genova, Segreteria Pd Genova: “Buon lavoro al commissario Bucci. Il primo impegno? Riscrivere il decreto vergogna”. “Innanzitutto facciamo gli auguri di buon lavoro al sindaco Bucci, per il delicato ruolo che gli è stato conferito. Noi daremo una mano. Finalmente si è arrivati al nome del commissario alla ricostruzione. Dopo 51 giorni, si è tornati alla casella di partenza: quasi due mesi di tempo perso in cui si è consumato un lungo braccio di ferro tra Lega e 5 Stelle, che ricorda i peggiori giorni della Prima Repubblica. Consideriamo positivo che a ricoprire questo ruolo sia una figura rappresentativa delle istituzioni locali. Del resto il Pd aveva proposto, pochi giorni dopo il crollo del ponte Morandi, il nome dello stesso Bucci, in qualità di sindaco della città. Adesso ci aspettiamo che il primo cittadino, nella sua veste di commissario, sappia garantire ciò che fino a oggi non c’è stato, una reale unità delle forze politiche, economiche e sociali della città. E si impegni, da domani, a riscrivere il decreto vergogna, a partire dal delirante meccanismo previsto dall’articolo 1, che fa pagare allo Stato ciò che dovrebbe pagare Società Autostrade, garantendo che il ponte si faccia nel più breve tempo possibile e assicurando alla città le risorse che, a oggi, non ci sono”.

—MoVimento 5 Stelle (Alice Salvatore, M5S Liguria, e Luca Pirondini, M5S Genova ):“Auguriamo buon lavoro a Bucci. ora priorità è il bene di Genova e dei genovesi”. “La scelta del sindaco di Genova come commissario straordinario per la ricostruzione era una delle possibilità sul tavolo sin dai primi giorni dopo la tragedia del Ponte Morandi. Così alla fine è stato. Una scelta, quella di Marco Bucci, che rispettiamo, con quello spirito di collaborazione istituzionale che deve essere sempre messo al centro di ogni azione politica, soprattutto in questo momento di grande difficoltà per la nostra città. Al nuovo commissario auguriamo buon lavoro. La priorità ora è il bene di Genova e dei genovesi”.

—Franco Vazio (Pd), vice-presidente della Commissione Giustizia: “Bene Bucci ma ora governo aiuti davvero”. “Era il 18 agosto scorso quando chiesi che per affrontare nel modo più rapido possibile la drammatica emergenza creata dal crollo del ponte Morandi il Governo nominasse il sindaco di Genova Bucci commissario straordinario. Dopo la tragedia del crollo sono passati inutilmente quasi due mesi rispetto alla mia proposta. Oggi abbiamo almeno il nome del Commissario e non nego di essere contento che quella mia indicazione abbia trovato consenso. Resta però il nulla del Decreto Genova (niente soldi, nessuna scelta, nessun criterio per la ricostruzione) e l’abbandono di fatto da parte del Governo dei progetti del Terzo Valico e della Gronda. Auguro al sindaco Bucci un buon lavoro e assicuro tutto il sostegno dei parlamentari del Pd per quanto necessario alla sua opera. È evidente, tuttavia, che questo nome non risolve i problemi di Genova, appesantiti dal mutismo della Lega e dalla confusione e dalla voglia per il ‘no a prescindere’ del M5S. Servirebbe una forza e una reazione collettiva della politica che invece, per evidenti ragioni di opportunità politiche in seno al Governo, sino ad ora non c’è e non c’è stata. E questo per Genova e la Liguria è un disastro”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*