Presentate le attività annuali dell’Istituto Giannina Gaslini

Genova. Presentati oggi presso l’Aula Magna dell’Ospedale i dati delle attività annuali dell’Istituto Giannina Gaslini. “Il nostro ospedale continua a rappresentare un approdo sicuro per tutte quelle famiglie che vi giungono da ogni regione italiana e dall’estero nella certezza di essere accolti e presi in cura, e per tutti quei pediatri che si affidano ai suoi specialisti per trovare una diagnosi a malattie rare dei loro piccoli pazienti. Nel corso del 2017 importanti riconoscimenti e conferme sono giunti dal mondo della Sanità nazionale ed internazionale (come il rinnovo dell’accreditamento Joint Commission), come l’apertura ad ulteriori partnership estere e collaborazioni col mondo del privato e col sistema dell’associazionismo e del volontariato, confermando il posizionamento dell’Istituto ai massimi livelli con standard qualitativi altissimi. Risultati conseguiti dai professionisti del Gaslini validamente guidati dal management, al quale il Consiglio di Amministrazione ha affidato la realizzazione del Piano Strategico quinquennale” ha detto il presidente Pietro Pongiglione in apertura della giornata.

“Il Gaslini è una conferma di eccellenza per il Sistema Sanitario Nazionale, a cui offre al termine del 2017 le proprie migliori performances degli ultimi anni, sia nell’ambito della ricerca scientifica – con la crescita di pubblicazioni, studi clinici e individuazione di nuovi farmaci, – sia nelle attività assistenziali, con l’incremento della attività di ricovero e di produzione , sia nelle attività formative e di insegnamento, con lo sviluppo di sempre nuovi percorsi didattici, anche internazionali” spiega il direttore generale Paolo Petralia.

In questo quadro di progressivi efficientamento e riorganizzazione in partnership con Regione Liguria, il 2017 è stato un altro anno positivo per la ricerca al Gaslini. La produzione scientifica si è mantenuta sugli eccellenti livelli dell’anno precedente e sono state avviate nuove importanti iniziative.

“Sulla base degli ottimi risultati conseguiti il Ministero della Salute ha confermato quest’anno al Gaslini la qualifica di Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico. La direzione scientifica ha avviato una importante riorganizzazione di tutte le attività e in contemporanea è iniziata una ristrutturazione degli spazi per dare collocazione più adeguata a tutti i servizi di supporto forniti dalla direzione scientifica. Abbiamo anche avuto un incremento delle risorse dedicate alla ricerca grazie al reindirizzo di parte dei fondi della ricerca corrente ed alla vincita da parte del personale dell’Istituto di sei ricerche finalizzate ministeriali e di altri numerosi “grants” italiani ed europei. Il numero di ricercatori del Gaslini con un H-index superiore a 30, valore considerato da VIA Academy come livello di eccellenza, è salito a 34. Ciò non toglie che è indispensabile prevedere per tempo un necessario ricambio. Proprio per formare e selezionare le nuove leve della ricerca è stato istituito l’anno scorso un Dottorato di Ricerca in Pediatria tramite una convenzione tra Istituto Gaslini e Università di Genova. Entrambe le Istituzioni si sono impegnate ad erogare ciascuna, ogni anno, un numero minimo di 3 borse di dottorato. La disponibilità annuale di un numero congruo di borse rappresenterà un vantaggio indiscutibile per lo sviluppo della ricerca in Istituto” spiega il prof. Alberto Martini direttore scientifico.
Prosegue il processo di rivisitazione dei laboratori di ricerca per renderli sempre più competitivi, strettamente agganciati alle attività cliniche dell’Istituto e indirizzati a una ricerca di tipo traslazionale. Sono state definite tre piattaforme principali. La prima dedicata alla patologia immunitaria ed infiammatoria, la seconda all’oncologia ed alle terapie cellulari e la terza alla genomica.

“Nell’ambito delle terapie cellulari è in atto un potenziamento delle attività della “cell factory” mentre nell’ambito della genomica è in corso la creazione di una “core facility” per le ricerche con “Next Generation Sequencing (NGS)” ivi compreso lo studio della composizione dei batteri presenti sulle mucose (microbiota). Lo scopo, come sempre, è quello di fornire quell’eccellenza nella ricerca che è premessa indispensabile per l’eccellenza delle cure” conclude il prof. Alberto Martini.

La presentazione dei dati di attività 2017, è stata anche l’occasione per presentare ufficialmente i nuovi vertici aziendali: la dottoressa Roberta Serena che da qualche settimana dirige la Direzione Amministrativa e il dottor Raffaele Spiazzi che da ieri ha assunto ufficialmente la guida della Direzione Sanitaria.

A margine della presentazione dei dati si è svolto il consiglio di Amministrazione del Centro Studi e Formazione Germana Gaslini (CISEF) che ha nominato il dottor Luigi Lagomarsino – da molti anni direttore generale della Fondazione Gerolamo Gaslini- nuovo direttore generale del CISEF Gaslini. Nell’ambito della formazione il CISEF Gaslini intende realizzare pienamente i suoi obblighi statutari di servizio per l’ospedale: tutte le sue risorse, con le alte competenze professionali acquisite, rientrano a diretto servizio e beneficio dell’Istituto, tramite il consorzio, che sarà rilanciato a favore della formazione dei professionisti del Gaslini.

La giornata della festa patronale di San Gerolamo si è conclusa con la S. Messa in suffragio della famiglia Gaslini, celebrata da mons. Marino Poggi, pro-vicario dell’Arcidiocesi di Genova.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*