Crollo ponte Morandi: “un consiglio regionale e comunale straordinario congiunto allargato”

A nome dei loro gruppi consiliari, Giovanni Lunardon (capogruppo del Pd in Regione Liguria), Gianni Pastorino (capogruppo Rete a Sinistra – Liberamente Liguria) e Giovanni Boitano (capogruppo Liguri con Paita) hanno chiesto formalmente al presidente della Giunta ligure Giovanni Toti e al presidente del Consiglio regionale Alessandro Piana di promuovere, in tempi rapidi, una seduta straordinaria e congiunta del Consiglio regionale e del Consiglio comunale, allargata anche ai parlamentari e ai Municipi coinvolti nella tragedia del crollo del ponte Morandi.

Lo scopo, spiegano i consiglieri regionali, “è fare il punto della situazione e condividere un piano di azione unitario, che veda coinvolte tutte le istituzioni. In un momento così drammatico per la Liguria e la città di Genova bisogna dare un segno di unità e collaborazione istituzionale. Crediamo che un Consiglio straordinario congiunto sia la sede più opportuna per condividere gli interventi necessari per far ripartire la città e dare una risposta sia alle persone sfollate sia ai familiari delle vittime”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*