“Uccidete Socrate”, filosofia in scena con Bencivenga: a Testico esperimento riuscito

Andora / Testico. Esperimento riuscito a Testico dove l’Amministrazione comunale ha accolto il progetto del Teatro Pubblico Ligure e ospitato lo spettacolo “Uccidete Socrate – Come la democrazia ateniese si liberò di un personaggio scomodo”.

Sala gremita e pubblico catturato dal viaggio nel pensiero di Socrate proposta dal filosofo e docente (e anche ottimo interprete) Ermanno Bencivenga che ha creato questo spettacolo insieme a Sergio Maifredi partendo da ciò che un giovane Platone scrisse del filosofo.

“Uccidete Socrate” non solo  ha ricostruito il processo a Socrate, facendo risuonare le sue parole, che appaiono così adatte anche a descrivere la contemporaneità, ma ha anche coinvolto il pubblico, dopo lo spettacolo, con una riflessione sull’importanza della centralità del pensiero, del dialogo fra persone che vogliano interrogarsi in maniera approfondita sulla quotidianità.

“Credo che un sindaco debba occuparsi non solo delle tante emergenze quotidiane di un piccolo comune, delle buche nelle strade, dell’acquedotto o della fognatura, ma anche dare ai propri cittadini occasioni di riflessione. Stiamo vivendo quella che chiamo “un’emergenza pensiero”   – ha detto il sindaco di Testico Lucia Moscato – Sono contata di aver visto tanti abitanti di Testico interessati, ma anche persone di fuori che sono venute apposta per lo spettacolo”.

Soddisfatti per la riuscita della serata, anche Sergio Maifredi e Ermanno Bencivenga, a cui il pubblico ha  rivolto molte domande dopo lo spettacolo.

“L’obiettivo del Teatro Pubblico Ligure non è solo proporre spettacoli di qualità che riportino al centro il pensiero antico e la parola, ma anche far scoprire al pubblico luoghi della nostra Liguria fuori dai circuiti abituali – spiega Maifredi – Per questo abbiamo privilegiato Testico e i piccoli paesi dell’entroterra per questo spettacolo”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*