Alassio, Art&Food alla galleria Artender per l’inaugurazione della personale di Alessandra Carloni

Inaugurata ieri ad Alassio presso la Galleria Artender di Passeggiata Cadorna “Moby Dick”, una mostra personale di Alessandra Carloni curata dalla critica d’arte Francesca Bogliolo. Tra i presenti al taglio del nastro, il neo sindaco Marco Melgrati, consiglieri e assessori alassini, oltre all’Assessore Regionale all’Agricoltura Stefano Mai.

Secondo gli organizzatori, il vernissage è stato «un’occasione mondana nel segno dell’Alassio “new age” con la proposta Arte&Food abbinata a musica e parole, con i prodotti tipici e la performance letteraria di Andrea Ghigliazza e Giorgio Schivo che accompagnati dal violino di Cristina Silvestro hanno introdotto il tema della mostra leggendo brani tratti da romanzo di Herman Melville. Presenti tra gli invitati anche il noto artista Ciro Palumbo. Un’atmosfera glamour ha avvolto Passeggiata Cadorna, dove cibo calore e colori, quelli di Alessandra Carloni, hanno conquistato gli oltre centocinquanta ospiti del vernissage che, introdotti dalla curatrice della mostra Francesca Bogliolo, hanno potuto apprezzare appieno la filosofia e la ricerca interiore dell’artista, che la critica albenganese descrive: “Come in Modigliani, lo sguardo assente si fa metafora dell’occhio rivolto all’interno, e il lavoro di Alessandra Carloni – se pur spesso esposto all’esterno, in grandi murales all’interno di spazi pubblici – si mostra nella sua vera identità: un operare verso la propria interiorità, un invito per ciascuno a riscoprire cosa spiritualmente lo muova.”».

In apertura è stato presentato il “corto” della performance denuncia, a cura del film maker alassino Willie Boehmer, organizzata dalla Artender in occasione del WORLD ENVIROMENT DAY 2018 in collaborazione con Associazione Vecchia Alassio, al Consorzio Un Mare Di Shopping e alle Associazione Albergatori e Bagni Marini di Alassio. All’inaugurazione si è affincato il progetto Art&Food, che si inserisce tra le attività promosse da Confagricoltura Liguria, in collaborazione con chef e gourmet, per promuovere i prodotti “made in Liguria” a sostegno del progetto 2018 #annodelciboitalianonelmondo ideato dai ministeri dell’agricoltura e dei beni culturali per sostenere il brand Italia attraverso l’enogastronomia e i prodotti tipici. Il progetto di ART & FOOD, è stato coordinato dal geologo Alessandro Scarpati, dal direttore Confagricoltura Savona Michele Introna, dai docenti Giovanni Marello, Stefania Violino, Monica Barbera e Franco Laureri e promosso dal Centro Studi sul Turismo F.M.Giancardi, in conformità al piano di miglioramento e al progetto “Io Sono Un Brand” rivolto alla valorizzazione dei giovani talenti.

Ieri, dunque, «Protagonisti insieme alle tele i saperi e i sapori delle eccellenze dell’agroalimentare ligure, dal pane di Gavenola al Vermentino di Luni della cantina Andrea Spagnoli, dagli ortaggi dell’azienda Campore Plants all’olio di Sommariva, senza dimenticare la VELIER S.P.A. Genova, l’Azienda Fever –Tree e i chinotti delle aziende agricole Parodi e Pamparino “Sensu” di Finale Ligure.»

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*