E-commerce, il futuro è nei pagamenti differiti

Compra ora e paghi domani: ecco cosa significa pagamenti differiti proprio come fa Klarna, startup che consente di acquistare la merce e saldarla in un secondo momento.

Innovazione e-commerce: i pagamenti differiti
Nuovi servizi innovativi che consentono di comprare la merce e di pagarla in seguito. I dati resi noti dal rapporto Fintech 2017 di Pricewaterhouse Cooper indicano che nei prossimi cinque anni l’82% degli istituti finanziari aumenterà le collaborazioni con i vari siti di e-commerce, allo scopo di garantire una maggiore flessibilità nei pagamenti e con un ritorno garantito di almeno il 20% degli investimenti, secondo stime ufficiali. I pagamenti differiti sugli e-commerce sono la nuova tendenza tra i consumatori, sempre più alla ricerca di una soluzione per ottenere la merce senza problemi e nel minor tempo di attesa possibile. Il Paese fautore del servizio sono stati gli Stati Uniti d’America che hanno introdotto le carte di credito revolving con cui era possibile fare acquisti molto costosi e ambiziosi, ripagando il tutto in piccole comode rate.

Acquisti online, il progetto Klarna
Obiettivo primario degli e-commerce è raggiungere il bacino d’utenza dei giovani con un’età compresa tra i 18 e i 35 anni, ossia coloro che presentano maggiori probabilità di scegliere opzioni di pagamento che siano alternative. Mobile Ecosystem Forum ha fatto una indagine secondo cui è emerso il 58% delle persone che comincia online una procedura di pagamento, la abbandona prima del check-out finale. Ci sono varie ragioni per giustificare questo comportamento: il 31% delle persone non trova sicuro erogare informazioni troppo sensibili, mentre il 21% pensa che la procedura sia molto lunga e inutile. Introducendo l’opzione compra ora e paga dopo, tuttavia, il numero di check-out interrotti si ridurrebbe, consentendo di portare a termine molte più transazioni. La semplificazione dei pagamenti potrebbe essere una scelta vincente al fine di aumentare il giro di affari, e lo dimostrano le fintech create allo scopo di migliorare il rapporto tra commercianti e clienti e rendere l’esperienza di acquisto online ottima, garantendo tuttavia dei pagamenti rateali. Un esempio concreto arriva dalla Svezia e si chiama Klarna. Si tratta di un istituto finanziario regolamentato dalla UE, ma che da tempo fa da intermediario tra acquirenti e venditori nel settore compravendita online. Il metodo funziona molto semplicemente: Klarna consente al cliente di pagare dopo aver ricevuto a casa la merce. Con 60 milioni di consumatori, 70mila operatori retail, la start up con sede a Stoccolma ha un giro d’affari destinato a crescere.

Il futuro del commercio e degli investimenti
Se Klarna e altre start up simili per i pagamenti differiti nel settore acquisti online sono il futuro del commercio, il trading online è il futuro per quanto riguarda i mercati e gli investimenti. Il trading online è un’attività che consiste nella ricerca di un profitto studiando le oscillazioni dei vari mercati finanziari. Il verbo tradare significa appunto questo, visto che questo metodo può portare a un rendimento elevato come a un alto rischio di perdita di capitale se non si utilizzano adeguati strumenti e strategie. Con una introduzione pratica al trading online, si può decidere di aprire un conto su una determinata piattaforma e fare pratica con dei capitali molto bassi e allenandosi con il conto DEMO, completamente gratuito.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*