Una Pasqua solidale con il marchio “Artigiani in Liguria”

Camera di Commercio Riviere di Liguria e Confartigianato Savona hanno presentato venerdì 23 marzo 2018 nella sede camerale savonese “Marchio Artigiani in Liguria e Croce Rossa Italiana: la Pasqua all’insegna dell’artigianato ligure”, iniziativa mirata alla solidarietà che porterà la certificazione di eccellenza artigiana targata Regione Liguria fuori dai confini regionali. Veicolo di tale visibilità saranno le uova di Pasqua solidali realizzate da una delle prime imprese che hanno aderito al Marchio per il comparto della produzione di cioccolato, la varazzina Lavoratti Parigino Srl.

Richiamo alla tradizione, maestria dell’artigiano per combinare i semilavorati, creatività, raffinatezza, elevata qualifica professionale documentata: queste le chiavi di lettura per essere un artigiano del cioccolato secondo i criteri della certificazione e che sono perfettamente riscontrabili nelle uova che la Croce Rossa Italiana distribuirà in tutta Italia.

“È un piacere essere qui oggi – ha detto il Consigliere nazionale della Croce Rossa Italiana, Massimo Nisi – a testimoniare l’unione di due grandi realtà che, seppure in campi diversi, investono nella qualità. Quest’anno la Croce Rossa Italiana ha pensato di rendere le uova solidali ancora più speciali unendo alla qualità certificata del cioccolato artigianale, sorprese che regalino informazioni utili per la salute. Desidero ringraziare, a nome di tutta l’Associazione, l’azienda Lavoratti per il suo impegno solidale e mi auguro che questo sia solo l’inizio di una lunga collaborazione”.

L’iniziativa rappresenta un canale promozionale di grande rilevanza per un’impresa che si fregia della certificazione di qualità artigiana. ”Per la Croce Rossa Italiana abbiamo prodotto in totale 200 mila uova il cui packaging reca il marchio Artigiani in Liguria: di queste 35 mila sono distribuite attraverso i canali tradizionali della Croce Rossa, le altre si possono trovare in tutta Italia nei punti vendita delle più importanti catene della grande distribuzione, come Basko, Auchan, Gulliver, Bennet, Unes e Carrefour, mentre nei supermercati e ipermercati Coop il logo Artigiani in Liguria risalta sul frontalino dello scaffale nei punti vendita del Nord Italia”, spiega Luca Lavoratti, socio e amministratore della Lavoratti Parigino Srl.

Si tratta di numeri importanti che traghettano il sistema dell’artigianato ligure su piattaforme ormai sempre più attente alla qualità dei prodotti, per le quali il progetto regionale del Marchio Artigiani in Liguria rappresenta uno strumento di marketing vincente sul piano dell’appeal commerciale. “Puntare sulla qualità – spiega l’assessore regionale allo Sviluppo economico e all’Artigianato Edoardo Rixi – è fondamentale per dare forza alle imprese artigiane. Durante questi due anni e mezzo di lavoro, abbiamo incentivato le aziende artigiane a fare della qualità la propria forza: attraverso il credito agevolato di Artigiancassa, con opportunità favorevoli di accesso, abbiamo stimolato ben 152 aziende a richiedere il certificato ‘Artigiani In Liguria’: un doppio effetto positivo che si è quindi tradotto non solo in un’iniezione di liquidità per le nostre imprese artigiane, ma anche in una molla per le produzioni di qualità. Inoltre, abbiamo ampliato la gamma delle produzioni certificate, portandole a 22, con lo scopo di promuovere le tradizioni dell’eccellenza ligure”.

Da oltre dieci anni, la Camera di commercio, insieme alla Regione, al sistema camerale ligure e alle associazioni di categoria del comparto, è impegnata a sensibilizzare le imprese sull’importanza della certificazione di prodotto e di processo, soprattutto in un comparto – come quello artigiano – che fa della qualità e della tradizione i propri punti di forza, elementi che trovano la loro sintesi nel marchio collettivo geografico Artigiani in Liguria”, sottolinea il presidente della Camera di commercio, Luciano Pasquale.

Confartigianato Savona, uno dei promotori dell’iniziativa, ha da sempre creduto nel Marchio e nella sua filosofia, cercando di farlo diventare negli anni uno strumento a disposizione delle imprese. “Il Marchio Artigiani in Liguria per le imprese aderenti, indipendentemente dal disciplinare, rappresenta una possibilità di credito, con misure dedicate, di promozione, con eventi realizzati ad hoc, ed è sinonimo di qualità”, dichiara Mariano Cerro, direttore dell’associazione savonese. “In questi 10 anni di Marchio, grazie al coordinamento con Regione Liguria e Camera di Commercio, abbiamo portato nel sistema Artigiani in Liguria più di 100 imprese. Quello che raccontiamo oggi è il successo di un sistema che ci auguriamo fortemente possa essere da volano per altre realtà liguri”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*