Antiche Vie del Sale al Salone dell’agroalimentare ligure

L’Associazione Antiche Vie del Sale parteciperà alla XIV edizione del Salone dell’agroalimentare ligure di Finalborgo. Per sabato 17 marzo l’Associazione ha organizzato un incontro tematico sul tema “Saperi e Sapori” (ore 11, Cappella Olivieri – Complesso monumentale di Santa Caterina) e inoltre sarà allestita una mostra fotografica sul tema “Gli antichi mestieri sulle Vie del Sale” a cura di Renato Bonfanti.

Le vie del sale sono i percorsi terrestri e le rotte di navigazione utilizzati anticamente dai mercanti del sale marino. Non esisteva un’unica via del sale: i vari popoli (emiliani, lombardi, piemontesi, liguri, toscani, siciliani) avevano ognuno la propria rete di sentieri e collegamenti per portare le merci verso il mare e recuperare lì il sale, allora prezioso per l’alimentazione e la conservazione degli alimenti nel lungo periodo. La produzione di formaggio e di insaccati, la conservazione della carne, del pesce e delle olive necessitavano di elevate quantità di sale. Ma anche attività artigianali come la concia delle pelli e la tintura richiedevano l’uso di sale.

Mettendo in comunicazione la pianura padana con la Liguria o i territori francesi della Provenza si permetteva il commercio di questo materiale prezioso, che fu assoggettato a gravosi dazi e pertanto oggetto di contrabbando.

Grazie all’incontro di due appassionati studiosi del territorio ligure-piemontese, Giampiero Lajolo e Renato Bonfanti, e grazie alla volontà di molti Amministratori pubblici, nasce formalmente nell’agosto del 2011 l’Associazione Antiche Vie del Sale – Strade del Mare con sede a Chiusavecchia (Imperia).

I Comuni fondatori sono: Garessio, Ormea, Garlenda,Cisano sul Neva, Prelà, Aquila d’Arroscia, Pieve di Teco, Pornassio, Cesio, Chiusavecchia, Briga Alta, Pontedassio Caprauna, Alto, Borgomaro, Chiusanico, Ortovero. Tra questi, particolare impulso ed impegno arrivò dagli allora Sindaci di Chiusavecchia Oreste Lajolo e di Garlenda Giuliano Miele.

Ad oggi l’Associazione conta 30 Comuni associati, tra le Regioni Liguria e Piemonte, tutti compresi nelle province di Imperia, Savona, Cuneo e Torino. Sono presenti inoltre alcuni Soci privati, soprattutto Aziende Agricole. L’Associazione, grazie alla sua diffusione territoriale e al superamento dei classici confini amministrativi, ha una funzione sovra territoriale con uno sguardo d’insieme su di una vasta area geografica, che se pur turisticamente omogenea, contempla al suo interno specificità uniche come le Alpi, la Pianura Padana, il Mar Mediterraneo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*