Loano, Bollino di qualità per i servizi educativi per la prima infanzia

Bollino di qualità per i servizi educativi per la prima infanzia dell’Asilo Nido d’Infanzia comunale “Stella stellina” di Loano, gestito dalla Fondazione S. Stella Leone Grossi con la collaborazione della cooperativa Nuova Assistenza di Novara che a seguito di gara d’appalto gestisce i servizi educativi.

Il rinnovo dell’accreditamento da parte della Regione Liguria è arrivato a seguito di una verifica da parte della commissione regionale – composta dalla Dott.ssa Beatrice Serventi, in rappresentanza della Regione Liguria, dal Dott. Luca Ansaldo, Coordinatore pedagogico del D.S.S.5 Finalese e dalla Dott.ssa Rosalba Gagliolo, Coordinatrice pedagogica del D.S.S.4 Albenganese, – in presenza dei funzionari comunali.

“Il riconoscimento regionale – spiega il Sindaco Luigi Pignocca”- offre una importate garanzia alle famiglie poiché certifica la qualità del servizio offerto ai più piccoli. Il riconoscimento viene rilasciato dopo una attenta verifica di indicatori importanti quali il progetto pedagogico, l’interazione tra il nido e la famiglia, l’organizzazione delle attività durante la giornata, i pasti, la suddivisione degli spazi e la preparazione del personale.”

L’Asilo Nido d’Infanzia comunale “Stella stellina” è aperto tutto l’anno e può accogliere fino a sessanta bambini suddivisi in tre sezioni. Attualmente le presenze si attestano intorno a quaranta bambini suddivisi in due sezioni.

“Nella visita – spiega il Vice Sindaco Luca Lettieri – la commissione ha apprezzato particolarmente la continuità del servizio nel corso di tutto l’anno, con l’apertura anche nei mesi estivi, periodo in cui le famiglie residenti sono spesso maggiormente impegnate nel lavoro. Per il servizio estivo il Comune di Loano ha anche ottenuto un contributo dalla Regione Liguria.
Nella relazione è stato sottolineato l’impegno da parte delle educatrici a stimolare l’autonomia dei bambini, a promuovere l’acquisizione di competenze e a rispettare i tempi del bambino. Inoltre è stato osservato dalla commissione che i giochi sono accessibili e i bambini possono organizzarsi autonomamente grazie ad una presenza degli educatori attenta, ma discreta e rispettosa delle loro scelte. Le attività strutturate sono tematiche e tengono conto dell’età dei bambini.”

“Al fine di garantire un servizio migliore – spiega il presidente della Fondazione Riccardo Ferrari – abbiamo proseguito nell’opera di riqualificazione della struttura iniziata dall’ex presidente Stefano Ferrari, realizzando importanti lavori di ristrutturazione che consentono ai bambini del nido di mangiare al piano dove si svolgono le attività e non più con i bambini della scuola per l’infanzia, in un ambiente più tranquillo. Inoltre, siamo tra i primi ad aver rispettato la normativa per l’abbattimento delle barriere architettoniche, realizzando uno scivolo che consente a tutti l’accesso al piano superiore dell’asilo. La commissione ha apprezzato infine il progetto educativo “La magia del colore” che per il periodo 2016-2017 ha visto l’organizzazione e la realizzazione di laboratori e attività strutturate “ad hoc” per ogni bambino, tenendo conto delle differenti età. La programmazione è stata realizzata in sinergia con il progetto Eco Schools al quale il Nido ha aderito ottenendo la Bandiera Verde. I laboratori proposti hanno visto l’utilizzo di differenti materiali di riciclo e hanno coinvolto i genitori nella ricerca dei materiali e nelle attività.”

La commissione ha trascorso una intera giornata nella struttura vivendo insieme ai bambini la quotidianità del servizio e nelle conclusioni ha rilevato: un percorso di crescita nella qualità del servizio degli ultimi anni. È stata incrementata la formazione degli operatori ed emerge una forte condivisione del progetto educativo da parte dell’equipe. Un Nido quindi che nel tempo ha acquisito maggiore qualità e formazione garantendo agli utenti professionalità da parte delle figure che operano al suo interno.