Savona, arrivano i parcheggi “rosa”

A Savona arrivano i “parcheggi rosa”. La Giunta Comunale, nella sua più recente seduta, ha dato la propria approvazione al protocollo d’intesa con la FIDAPA BPW Italy – Sezione di Savona, per la realizzazione di alcuni stalli da riservarsi a donne in gravidanza e neo mamme, sostenuta dall’associazione no-profit, senza costi per l’ente comunale.

“I parcheggi rosa sono un esperimento già avviato in numerose altre località italiane, che a Savona mancava: si tratta di un piccolo grande gesto di civiltà, per una Città che desidera essere sempre più a misura di mamme e di famiglie”, commenta il Sindaco di Savona Ilaria Caprioglio. “Una promessa mantenuta del nostro programma amministrativo, resa possibile grazie al lavoro di squadra da parte di tutti, all’impegno dell’assessore Barbara Marozzi e della Consigliera Elda Olin, con un ringraziamento particolare alla FIDAPA che, ancora una volta, ha dimostrato il proprio attaccamento al territorio e lo spirito di servizio per la comunità”.

L’iniziativa – già nota a molte città italiane – ha la finalità di favorire la mobilità delle donne con riguardo a quelle in gravidanza o con bimbi al di sotto dell’anno di età, con parcheggi “rosa” accompagnati da un cartello dedicato. Gli spazi a loro dedicati, selezionati dall’Assessorato alle Pari Opportunità con l’ausilio del Comando della Polizia Municipale di Savona, saranno realizzati nei pressi di punti strategici quali ospedali, farmacie, asili, consultori, uffici pubblici, nella consapevolezza che il rispetto dei “parcheggi rosa” – non contemplati dal codice della strada – è affidato esclusivamente al senso di civiltà e alla sensibilità dei cittadini e degli utenti.

“Grazie al contributo della FIDAPA di Savona, che ha aderito alla nostra proposta e si è resa disponibile a sostenere il progetto sperimentale, saranno in tutto sei i parcheggi rosa che verranno realizzati a breve sul territorio comunale, senza alcun impegno economico per l’Amministrazione. Sarà nostro impegno, per il futuro, valutare di estendere l’iniziativa anche ad altre zone della Città”, aggiunge l’assessore Marozzi.