Andora: a Palazzo Tagliaferro, sala espositiva dedicata a Thor Heyerdahl

Andora. A Palazzo Tagliaferro aprirà una sala espositiva dedicata a Thor Heyerdahl. Un piccolo, ma significativo museo che racconterà la storia del grande esploratore norvegese, attraverso documenti e oggetti simbolici come i modellini delle mitiche imbarcazioni utilizzate da Heyerdahl per le sue spedizioni.

Il progetto ha mosso i primi passi ieri con la visita a Palazzo Tagliaferro di Beate Bjorge, direttrice dell’Istituto Thor Heryerdahl di Larvik che,  accompagnata dall’Assessore alla Cultura Maria Teresa Nasi e dall’andorese Renata Tiramani, ha visitato il locale del Museo Mineralogico che sarà destinato a raccogliere sia il materiale proveniente dall’Istituto Norvegese che quello che i famigliari vorranno mettere a disposizione.

La visita si inserisce nel quadro di incontri e scambi programmati nell’ambito del Gemellaggio con il comune di Larvik. La delegazione norvegese era formata anche da Joern Spetalen  istruttore di vela, di sub e wind surf di che ha incontrato la responsabile della scuola vela del  Circolo Nautico di Andora e che è interessato  a contattare anche la locale scuola di Wind surf. La delegazione sta lavorando per fare in modo che già nel corso dell’estate, alcuni giovani velisti locali possano partire per Larvik quali testimonial di Andora, primo passo per l’instaurarsi di reciproci rapporti di promozione turistica.

“In Norvegia c’è molto interesse verso Colla Micheri. Volentieri proporremo ai visitatori dell’Istituto materiale turistico su Andora e sulle innumerevoli attività sportive che si possono svolgere, oltre agli itinerari escursionistici – ha dichiarato Beate Bjorge – In passato abbiamo già inviato materiale per una mostra a Palazzo Tagliaferro, ora si tratta di selezionarlo in modo da costruire un percorso interessante per il visitatore che racconti la storia del grande esploratore. Cercheremo di creare ad Andora una piccola succursale dell’Istituto”.
Soddisfazione è stata espressa da Maria Teresa Nasi Assessore alla Cultura del Comune di Andora, al termine del sopralluogo.

“È giusto dedicare uno spazio significativo a Thor Heyerdahl, che ricostruisca i suoi viaggi, alcuni progettati proprio nella torre del suo giardino di Colla Micheri. Sarà anche  una testimonianza dell’affetto di Andora verso questo personaggio affascinante e riservato, che ha apprezzava le nostre bellezze paesaggistiche e la nostra cucina, come ci ha raccontato Renata Tiramani, che ha avuto modo di cucinare per lui e che, con l’associazione Amusando, intrattiene rapporti con la Norvegia attraverso eventi culturali e concerti – ha spiegato l’assessore – Siamo lieti che i locali  di Tagliaferro siano piaciuti. Ora, anche con la collaborazione della C|E Contemporary, inizia il percorso ideativo e la selezione dei materiali per allestire lo spazio e  offrire ai turisti maggiori occasioni per visitare il nostro polo culturale”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*