L’ordine Commercialisti Savona all’assemblea nazionale

L’ordine Commercialisti Savona ha partecipato all’assemblea nazionale a sostegno della professione e dei contribuenti savonesi .

Una giornata intensa, aperta dal Presidente Nazionale Massimo Miani (nella foto) che, coadiuvato dal Consigliere ligure Massimo Scotton, ha ripercorso le tappe di una economia che stenta a decollare, con una pressione fiscale che dall’anno 2007 all’anno 2016 è aumentata dell’1,4% “raggiungendo una tassazione media del 42,9%, dato ritenuto inaccettabile per le nostre aziende e per i tanti lavoratori dipendenti e pensionati che non riescono ad arrivare a fine mese”.

È stata l’occasione per fare il punto sui sempre più numerosi e insostenibili adempimenti, spesso ritenuti inutili, che i Commercialisti si trovano a dover affrontare ogni giorno, e che minano il rapporto fra la categoria e l’Agenzia delle Entrate, oltre che costringere i contribuenti a sostenere ulteriori spese professionali.

“I sondaggi effettuati dimostrano che il costo degli adempimenti fiscali per gli studi professionali è altissimo, e non consente al Commercialista di dedicarsi pienamente alle consulenze necessarie ad accompagnare le aziende nel percorso di crescita imprenditoriale” ha dichiarato il Presidente dell’Ordine di Savona Pino Testa, affermando che “circa il 70% del lavoro del professionista è ridotto a meri adempimenti per lo Stato, con costi elevatissimi di software e forza lavoro, e ciò non è più accettabile”.